Full Tilt: fondo e Bwin/Party interessati al software?

Secondo alcune voci riportate da diversi siti esteri specializzati sul poker online, una società privata inglese sarebbe intenzionata a formulare un'offerta ufficiale per acquistare, in tempi relativamente brevi, il software originale di Full Tilt Poker.

Secondo alcune voci riportate da diversi siti esteri specializzati sul poker online, una società privata inglese sarebbe intenzionata a formulare un'offerta ufficiale per acquistare, in tempi relativamente brevi, il software originale di Full Tilt Poker.


L'intento del fondo di investimento britannico dovrebbe essere poi quello di rivendere il software ad altre società interessate. L'offerta, che al momento non è stata confermata da nessuna delle parti, si agirerebbe presumibilmente sui 30/35 milioni di dollari, e diventerebbe ufficiale soltanto se salterebbe l'accordo raggiunto tra il gruppo di Bernard Tapie e Full Tilt Poker.

Il iGamingPost, uno dei siti che per primo ha riporato la news, ha citato ben tre fonti affidabili che confermerebbero tutta la vicenda, aggiungendo che in realtà i soldi dell'offerta sarebbero stati già depositati e pronti per essere girati agli amministratori della poker room. Nonostante questo il consulente legale di Full Tilt Poker, Jeff Ifrah, ha però negato che vi siano in atto altre offerte se non quella avazata da Tapie.

L'offerta avanzata dal fondo di investimento riguarderebbe tutti i contenuti del software, incluso anche il riuscitissimo Rush Poker, introdotto da Full Tilt Poker nel gennaio 2010. Secondo quanto riporta il sito di news tra le possibili società interessate al software potrebbe esserci anche il bipolo Bwin/Party, che con questa acquisizione migliorebbe, e di tanto, la propria offerta in vista di un imminente ingresso nel mercato statunitense.

Questo possibile scenario attribuisce a tutta la vicenda contorni davvero realistici, a conferma di questo va infatti ricordato che Bwin/Party ha richiesto ufficialmente la licenza per diventare uno dei nuovi operatoti del poker online in Nevada. Gia nei mesi, del resto, Bwin/Party aveva annunciato l'intenzione di entrare su questo mercato, raggiungendo accordi commerciali anche con altri partner.

Adesso non resta che attendere l'evoversi della situazione sperando che in un modo o in un altro Full Tilt Poker torni presto nel mercato restituendo, come tutti sperano, anche i soldi ai vecchi clienti.  

Seguici sui nostri social:
Facebook
Twitter
Youtube
Instagram
SOCIALICON

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri social
Facebook
Twitter
Youtube
Instagram
SOCIALICON
© 2024 Pokeritaliaweb.org - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Via Cassala 55, 20143, Milano - Tutti i diritti sono riservati - info@pokeritaliaweb.org