The Big One for One Drop: 40 iscritti e prime polemiche

Si avvicina il torneo con il buy-in più alto di sempre. Il “The Big One for One Drop” come fu battezzato dal principale promotore, il padrone del Cirque Du Soleil, Guy Laliberté, raggiunge quota 40 iscritti, ma arrivano anche le prime polemiche.

Si avvicina il torneo con il buy-in più alto di sempre. Il “The Big One for One Drop” come fu battezzato dal principale promotore, il padrone del Cirque Du Soleil, Guy Laliberté, raggiunge quota 40 iscritti, ma arrivano anche le prime polemiche.


Un mese fa le iscrizioni confermate erano “appena” 30, ma con il passare del tempo le persone disposte a sborsare un milioni di dollari per partecipare al torneo sono arrivate addirittura a 40. L'ultimo in ordine di tempo a confermare la propria presenza è stato il britannico Sam Trickett.
 

In effetti, la questione della partecipazione e il numero dei giocatori ha generato ultimamente qualche polemica. Il torneo, per chi non lo sapesse, ha un limite (CAP) di 48 giocatori. La comunità dei giocatori ha infatti criticato questo fatto, cioè limitare il numero di partecipanti al torneo.
 

Per esempio, Jason Somerville ha lasciato il seguente commento sulla sua pagina twitter:
Realmente il comitato WSOP rifiuterà i giocatori che il giorno del torneo si presenteranno lì con i soldi per l'iscrizione?”.
 

Il giocatore veterano Cliff Josephy ipotizza che il CAP verrà tolto appena raggiunte le 48 iscrizioni:

Ho il sospetto che il CAP sia stato messo per attirare i giocatori mentre il field non è ancora proibitivo, però sono convinto che il limite verrà tolto una volta arrivati a 48 iscritti”.


Appena Guy Laliberté è venuto a conoscenza di queste polemiche, non ha perso tempo e ha fatto uscire un comunicato:

È il sogno di ogni produttore di spettacoli lasciare sempre almeno una persona alla porta. Solo così sai di avere un prodotto di successo. È il principio fondamentale del marketing. Mi ricordo quando la Ferrari ha dato la notizia dell'uscita di un modello ad edizione limitata: stimarono la vendita di 350 modelli, ma ne costruirono solo 349”.

 

Seguici sui nostri social:
Facebook
Twitter
Youtube
Instagram
SOCIALICON

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri social
Facebook
Twitter
Youtube
Instagram
SOCIALICON
© 2024 Pokeritaliaweb.org - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Via Cassala 55, 20143, Milano - Tutti i diritti sono riservati - info@pokeritaliaweb.org