Phil Gordon lascia il poker: “Mi dedico ai social games su Facebook”

I giocatori un tempo sponsorizzati da Full Tilt stanno prendendo ognuno una strada diversa. Phil Gordon ha annunciato il suo ritiro dai tavoli da poker: farà l'imprenditore ma resterà nel campo dei giochi occupandosi di social games su Facebook.

I giocatori un tempo sponsorizzati da Full Tilt stanno prendendo ognuno una strada diversa. Phil Gordon ha annunciato il suo ritiro dai tavoli da poker: farà l'imprenditore ma resterà nel campo dei giochi occupandosi di social games su Facebook.

 

Il vecchio team di Full Tilt ormai è un vecchio ricordo. Gli ex sponsorizzati dalla room hanno preso le strade più disparate: c'è chi è in difficoltà ma continua a giocare a poker, chi ha abbandonato del tutto questo mondo e chi almeno per ora si concentra su altre faccende. Phil Gordon è solo uno degli esempi viventi che testimoniano quanto sia difficile fare del poker una professione senza una grossa sponsorizzazione alle spalle.

 

Nato in Texas nel 1970, Phil Gordon è stato fino allo scorso anno uno dei personaggi più noti ed apprezzati del mondo del poker sia come player che come autore. Phil da giocatore ha raccolto un'impressionante numero di vittorie e bandierine sul suolo americano, tra le quali spiccano i 18 ITM alle WSOP e il titolo nel torneo Ante Up for Africa del 2010, per un totale di oltre 2,7 milioni di dollari vinti in carriera.

 

Phil ha avuto dei forti legami con la poker room Full Tilt in qualità di programmatore, giocatore sponsorizzato e tuttora azionista della room. Per sua fortuna però nel luglio del 2011 è stato rimosso dalla lista degli accusati nella nota e triste vicenda di Full Tilt. Nello scorso anno Phil non ha praticamente mai giocato (un solo ITM a marzo) e ora ha preso la decisione: abbandonerà quasi definitivamente il mondo del poker per dedicarsi all'imprenditoria nel web.

 

Spiega Gordon: “Molti giocatori della vecchia guardia come me, hanno visto negli ultimi anni scomparire la loro superiorità nel gioco, a causa della crescita della nuova generazione dell’online. Il gioco si è evoluto e le strategie convenzionali non permettono più di lottare contro i migliori players del momento. Il black friday è la ragione principale del mio ritiro ed inoltre è riesplosa dentro di me un’antica passione: fare l’imprenditore”.

 

Gordon, un vero genio laureato in informatica, ha investito in una software house che si chiama Jawfish Games e che opera sul social network più famoso della rete, ovvero Facebook, dove i giocatori possono sfidarsi in dei veri e proprio testa-a-testa che ricordano gli Heads Up del poker. Racconta Gordon: “Abbiamo appena lanciato un nuovo gioco: Rank Word. La nostra filosofia è quella di organizzare tornei multi player real time”.

E il poker? Gordon non lo abbandonerà proprio del tutto: “Sono sempre molto attento a tutto quello che succede nel mondo del poker ma al momento ho tempo solo per il business e la mia famiglia. Sono orgoglioso della mia carriera e continuerò a scrivere libri sul gioco ma a mio avviso, vivere solo di poker diventa pericoloso, soprattutto sotto il profilo finanziario”.

 

Infine un consiglio per i giovani: “Penso che il modo migliore per tutti i ragazzi che hanno questa passione sia quello di cercarsi un lavoro appagante. Il poker va interpretato come un hobby importante: vi deve essere la massima serietà ed impegno nel gioco, in questo modo si può crescere. Questo è il vero modello vincente nel lungo periodo che sento di consigliare agli altri”.

Seguici sui nostri social:
Facebook
Twitter
Youtube
Instagram
SOCIALICON

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri social
Facebook
Twitter
Youtube
Instagram
SOCIALICON
© 2024 Pokeritaliaweb.org - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Via Cassala 55, 20143, Milano - Tutti i diritti sono riservati - info@pokeritaliaweb.org