Daniel Cates: ‘Con lo yoga ho appreso che il dolore è solo un’illusione’

Spesso si parla di come sia cambiata la vita dei professionisti americani dopo il Black Friday e quello che risulta solitamente è che questi si sono trasferiti in altri stati per poter continuare a giocare. Decisione presa anche da Daniel Cates, ma la sua vita, nel frattempo, ha subito un cambiamento radicale.

Spesso si parla di come sia cambiata la vita dei professionisti americani dopo il Black Friday e quello che risulta solitamente è che questi si sono trasferiti in altri stati per poter continuare a giocare. Decisione presa anche da Daniel Cates, ma la sua vita, nel frattempo, ha subito un cambiamento radicale.

 

Il 2010 è stato per Daniel “Jungleman12” Cates l'anno migliore della sua carriera, con 5 milioni di dollari di attivo ai tavoli High Stakes Pot Limit Omaha e NL Hold'em in modalità Heads Up. Il Black Friday, però, ha rovinato questo sogno, infatti pare che Daniel Cates sia il giocatore con più soldi bloccati su Full Tilt Poker (circa 6 milioni di dollari) e in più, da quel venerdì nero, la popolarità di “Jungleman12” ha iniziato un'irrefrenabile parabola discendente.

 

Daniel Cates, dopo il venerdì nero, si ritrovò davanti ad una delle scelte più difficili della sua vita: avrebbe potuto smettere di giocare a poker, oppure recarsi a Las Vegas per giocare dal vivo e come ultima opzione avrebbe potuto trasferirsi in un paese straniero per continuare a giocare online. Dopo un breve sosta a Las Vegas per partecipare alle World Series Of Poker, Daniel Cates provò a trasferirsi a Vancuver, ma gli fu negato un visto di 6 mesi e infine provò, senza successo, a sbarcare in Portogallo. Ora il pro americano vive a Londra, a Watford, dove sta cercando di ricostruire il suo bankroll ai tavoli High Stakes di PokerStars con il nick “w00kiez”.

 

Un giornalista del sito GrantLand, che già intervistò Cates nel 2010, ha avuto modo, poco giorni fa, di scambiare due parole con il pro americano. Cates ha affermato che il Black Friday ha avuto anche qualche risvolto positivo, soprattutto per quello che concerne il suo stile di vita. Cates ora ha molto più tempo libero, può viaggiare con più frequenza e sta addirittura meditando di tornare all'università. Il pro americano parla anche dello Yoga e dei benefici che se ne possono trarre:

Continuo a vedere il poker con un videogioco, ma ora che ho iniziato a giocare con maggiore frequenza nei casinò e i tavoli online non sono più come quando giocavo negli Stati Uniti, la paura di perdere denaro si fa un po' più reale.

Con lo Yoga ho appreso che il dolore è solo un'illusione e che i sentimenti come lo stress e la tristezza sono solo dei rimpianti[…]. Cerco di concentrarmi solo su ciò che è reale, senza pensare a quello che sarebbe potuto accadere senza il Black Friday”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non perderti le ultime notizie da Poker Italia Web
© 2024 Pokeritaliaweb.org - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Via Cassala 55, 20143, Milano - Tutti i diritti sono riservati - info@pokeritaliaweb.org