Macao: pericolo criminalità per la nuova capitale del poker live mondiale

La nuova capitale mondiale del poker, Macao isola cinese, nelle ultime settimane non ha vissuto un periodo di grande splendore, non per colpa di un calo di giocatori, ma a causa di alcune bande criminali responsabili di danneggiare gli incassi dei casinò.

La nuova capitale mondiale del poker, Macao isola cinese, nelle ultime settimane non ha vissuto un periodo di grande splendore, non per colpa di un calo di giocatori, ma a causa di alcune bande criminali responsabili di danneggiare gli incassi dei casinò.


È dovuta inevitabilmente intervenire la polizia per mettere un freno alla delinquenza che nelle ultime settimane è scoppiata intorno al mondo dei casinò di Macao isola Cinese. Solo il mese scorso, infatti, due uomini sono stati ritrovati assassinati nel lussuoso Hotel a cinque stelle di Lapa. Inoltre non lontano dal casinò di Venezia è stata anche ritrovata una donna deceduta per cause non naturali. Ciò non è tutto, il proprietario del casinò Greek Mythology, Mr. Ng Man Sun, è stato aggredito da alcuni uomini armati di bastoni e martelli all’interno del ristorante del casinò.

 

Le autorità stanno intervenendo per impedire a queste bande di rovinare la reputazione della nuova capitale mondiale del poker e del gioco d’azzardo. Il pericolo maggiore è che possano ripetersi le guerre fra bande scoppiate già nel lontano 1990, quando il clan dei Tooth Wan Kuok-Koi cercò di estendere il loro dominio anche sul controllo del gioco d’azzardo. Per questo nell’ultima settimana la polizia di Macao si è messa all’opera per capire cosa realmente stia succedendo, interrogando oltre 1,300 persone, 150 dei quali richiamati per un secondo colloquio.

Il 2 agosto scorso, inoltre, la polizia di Honk Hong ha perquisito ben 21 aziende arrestando 131 sospetti, con l’accusa di riciclaggio di denaro sporco, gioco d’azzardo illegale e prostituzione. Hanno poi sequestrato ben $450,000. La polizia ha poi spiegato ai giornali locali che queste sono operazioni di routine che una o più volte l’anno vengono effettuate nelle città di Guagdong, Macao e Hong Kong, fatte ovviamente per reprimere e prevenire la criminalità in queste regioni.

Per quanto riguarda, invece, il reddito della città di Macao, dopo la straordinaria crescita a due cifre del 2009, negli ultimi anni si è avuto un leggero declino che secondo gli analisti continuerà anche nel 2012. Tale declino oltre ad essere imputato al rallentamento generale dell’economia cinese gli analisti incolpano le errate scelte effettuate nel campo del turismo. Secondo lo studioso al turismo Connie Loi Kim Leng, Macao dovrebbe trasformarsi in una città più turistica e amichevole. Bisognerebbe creare più servizi per le famiglie. D'altronde mentre il marito gioca a poker nei vari casinò, per i figli e le mogli cosa c’è da fare per passare il tempo? Niente o poco. Per questo la soluzione sarebbe cercare di far in modo di offrire servizi turistici non solo legati al gioco d’azzardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non perderti le ultime notizie da Poker Italia Web
© 2024 Pokeritaliaweb.org - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Via Cassala 55, 20143, Milano - Tutti i diritti sono riservati - info@pokeritaliaweb.org