Il mito di Viktor Blom raccontato da Phil Galfond (1° parte)

I post di Phil Galfond sono sporadici, ma come sempre risultano essere davvero molto interessanti e pieni di spunti. Nel nel suo ultimo post, “Viktor Blom: l'uomo, il mito, la leggenda”, l'americano ripercorre la vita di Viktor “Isildur1” Blom. Questa la prima parte tradotta: il mito.

I post di Phil Galfond sono sporadici, ma come sempre risultano essere davvero molto interessanti e pieni di spunti. Nel nel suo ultimo post, “Viktor Blom: l'uomo, il mito, la leggenda”, l'americano ripercorre la vita di Viktor “Isildur1” Blom. Questa la prima parte tradotta: il mito.

 

La storia di Galfond parte da quando Isildur1 iniziò a giocare ai tavoli High Stakes su Full Tilt Poker, con particolare riferimento agli swing impressionanti che da sempre fanno parte del gioco dello svedese

 

Il Mito – Da quello che presumo essere un deposito relativamente piccolo, Viktor Blom riuscì ad accumulare 6 milioni di dollari giocando contro i migliori players High Stakes di Full Tilt Poker. La maggior parte di questo denaro la raccolse giocando a HU NLHE 300$/600$ e 500$/1.000$ contro Tom “durrrr” Dwan.

 

Isildur1 giocò ai tavoli online in modo mai visto prima. Nella mia memoria è ancora impressa l'immagine di Isildur1 impegnato su nove tavoli HU 500$/1.000$ contro giocatori del calibro di Dwan, Antonius e Ivey. I paurosi swing di Isildur crearono un'azione davvero stupefacente per quanto riguarda il railbird. Fu la prima volta che mi sentii realmente un fan. Ero quasi pronto a prendere posto al tavolo e gustarmi tutto lo spettacolo.

 

Si concentrò maggiormente sugli HU e dopo essersi costruito il bankroll adatto, si spostò al PLO (gioco che non conosceva). Purtroppo per i suoi fan, Isildur1 (la cui identità, all'epoca, era ancora un mistero) perse tutto il suo bankroll, soprattutto a causa di una lunga sessione contro Brian Hastings, uno dei migliori giocatori di PLO.

 

L'anno successivo, Isildur1 ricostruì e distrusse il suo bankroll svariate volte, creando un'azione ai tavoli High Stakes che non si era mai vista con nessun altro giocatore al mondo. Il giorno più redditizio della mia carriere fu proprio contro di lui: terminai una sessione ai tavoli 300$/600$ e 500$/1.000$ HU Pot Limit Omaha con 1 milione e 600mila dollari in più sul conto.

 

Viktor BlomAlla fine del 2010, Isildur1 firmò un contratto con PokerStars e promise di rivelare la sua identità. Poco dopo si scoprì che dietro al nick Isildur1 si nascondeva uno svedese di nome Viktor Blom. Da allora giocai contro di lui di più che con qualsiasi altro avversario.

 

È bravo o no? – Dal momento che si parla molto di Viktor Blom, anche a me spesso vengono poste delle domande sul suo conto. Per coloro che non giocano il suo livello, ma che osservano molto come gioca, risulta molto difficile capire se Viktor Blom è davvero un bravissimo player oppure no. Proviamo quindi a fare un po' di luce sulla questione.

 

La prima volta che giocai contro Viktor Blom a PLO su Full Tilt Poker, era scarso. Non era un cattivo giocatore di poker. Viktor faceva parte della élite mondiale del No Limit Hold'em e si era approcciato da pochissimo tempo ad una specialità sconosciuta e ai livelli più alti che si potevano trovare. Sopravvalutava le coppie+i progetti deboli, doppie coppie e tutte quelle mani ereditate dal NL Hold'em. Giocando un stile abbastanza tight riuscii a guadagnare parecchi soldi.

 

Anche se commetteva parecchi errori, la sua intelligenza nel poker era evidente. È difficile da spiegare, ma effettivamente era così. Mi resi conto che stavo giocando contro una persone molto brillante, ma con l'arrivo del Black Friday ho passato molto tempo senza giocare a poker online.

 

Alla fine dell'anno passato, Viktor e io ci siamo nuovamente scontrati su PokerStars e sono rimasto scioccato dai notevoli miglioramenti conseguiti al PLO. Non solo aveva coretto moltissimi leak, ma si era addirittura creato un proprio stile completamente nuovo, cosa che mi ha portato a pensare molto di più al mio gioco. Grazie a lui ho migliorato tantissimo il mio gioco. Pensavo ancora di avere edge su Viktor Blom, ma sapevo che la cosa non sarebbe durata a lungo.

 

E avevo ragione.

 

All'inizio del 2012, Viktor non era solo uno dei più grandi giocatori di PLO, era diventato il giocatore più duro che io abbia mai conosciuto. Viktor rimane uno dei tre giocatori con il quale continuo a giocare, anche se continuo a non capire se ho edge su di loro oppure no. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non perderti le ultime notizie da Poker Italia Web
© 2024 Pokeritaliaweb.org - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Via Cassala 55, 20143, Milano - Tutti i diritti sono riservati - info@pokeritaliaweb.org