PokerStars.com pronta ad acquistare un casinò, Caesars vuole una licenza per l’online

Negli Stati Uniti il mercato del poker, sia live sia online, è in fermento, soprattutto in questo fine 2012. Un anno non proprio felice, ma che comunque fa ben sperare per il futuro, soprattutto grazie ai colossi del poker mondiale che stanno tramando qualcosa di davvero sorprendente.

Negli Stati Uniti il mercato del poker, sia live sia online, è in fermento, soprattutto in questo fine 2012. Un anno non proprio felice, ma che comunque fa ben sperare per il futuro, soprattutto grazie ai colossi del poker mondiale che stanno tramando qualcosa di davvero sorprendente.

Sono passati venti mesi da quando il governo degli Stati Uniti ha tagliato fuori dai suoi confini il più grande sito di poker online al mondo, PokerStars. Il black friday è ancora una ferita aperta e dopo l'acquisto e la successiva riapertura di Full Titl Poker, PokerStars sta spianando la strada per il suo ritorno al poker online negli Stati Uniti.


Secondo quanto si legge sul sito Forbs, la società con sede sull'isola di Man è al punto di chiudere un accordo per l'acquisto di un casinò nel New Jersey, il Club Atlantic. La cifra dell'affare, secondo quanto riporta il Wall Street Journal, si aggira sui 50 milioni di dollari. Ovviamente l'acquisto della sala da gioco è una mossa strategica che permetterebbe a PokerStars di inserirsi nel mercato del gioco prima della regolamentazione del poker online a livello federale.


Sempre negli Stati Uniti, qualcuno sta preparando un'incursione simile a quella di PokerStars, ma al contrario. La Caesars Interactive Entertainment, la filiale di Caesars incaricata di gestire le World Series Of Poker, sta preparando la sua incursione nel mondo del poker online. Lo scorso mercoledì, la compagnia ha effettuato una richiesta per l'acquisto di una licenza per operare online nello stato del Nevada.


Il 20 dicembre, se non ci dovessero essere problemi, quella delle World Series Of Poker sarà la diciassettesima concessione approvata. Il software che verrà utilizzato sarà quello di 888poker, che già fornisce giochi con soldi veri anche in altri stati, come Regno Unito, Francia e Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non perderti le ultime notizie da Poker Italia Web
© 2024 Pokeritaliaweb.org - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Via Cassala 55, 20143, Milano - Tutti i diritti sono riservati - info@pokeritaliaweb.org