Erick Lindgren in lotta contro i demoni del gioco d’azzardo

Erick Lingren nel corso della sua carriera ha vinto quasi nove milioni di dollari, conquistando due titoli del WPT e un braccialetto WSOP. Nonostante ciò, il campione statunitense, di recente ha confessato problemi legati al gioco d’azzardo.

Erick Lingren nel corso della sua carriera ha vinto quasi nove milioni di dollari, conquistando due titoli del WPT e un braccialetto WSOP. Nonostante ciò, il campione statunitense, di recente ha confessato problemi legati al gioco d’azzardo.


Un problema più serio di quanto pensassimo, in quanto, a soli 36 anni, Erick è riuscito ad accumulare debiti per oltre dieci milioni di dollari per colpa del suo problema con il gioco d’azzardo. Le cose gli sono sfuggite talmente di mano che ha dovuto l’anno scorso presentare istanza di fallimento, con la seguente motivazione: “Devo alla gente un sacco di soldi. Ho cercato di lavorare sul mio problema. Di recente credo di esserne uscito. Tuttavia, ho commesso alcuni errori gravi, devo ammetterlo”.

Ora Erick Lindgren continua a combattere i demoni del gioco d’azzardo, aiutato anche da un centro di riabilitazione della California a Newport Beach. Per l’occasione pagato da un suo caro amico. Il pro statunitense ha poi confessato di aver buttato al vento la maggior parte dei soli scommettendo sugli eventi sportivi. Ora però sembra aver capito la lezione e sta concentrandosi nel trasformare la sua vita. Vuole tornare a fare ciò che gli riesce meglio, cioè il giocatore di poker. “Voglio tornare nel mio mondo. Dove quando dico qualcosa, ha un significato ben preciso. Voglio tornare a un livello di piena responsabilità”. – Erick Lindgren.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non perderti le ultime notizie da Poker Italia Web
© 2024 Pokeritaliaweb.org - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Via Cassala 55, 20143, Milano - Tutti i diritti sono riservati - info@pokeritaliaweb.org