Viktor ‘Isildur1’ Blom, è bufera sulla sua biografia

Ha fatto parecchio discutere la serie di articoli biografici su Viktor 'Isildur1' Blom, pubblicata da High Stakes DB: due dei cinque capitoli sono stati rimossi perché “non sono precisi e possono danneggiare l'immagine di Viktor”.

Ha fatto parecchio discutere la serie di articoli biografici su Viktor 'Isildur1' Blom, pubblicata da High Stakes DB: due dei cinque capitoli sono stati rimossi perché “non sono precisi e possono danneggiare l'immagine di Viktor”.

 

Nel bene e nel male, Viktor 'Isildur1' Blom è da anni uno dei protagonisti del poker online mondiale, con qualche incursione – spesso positiva – anche nel circuito live. Le sue enormi vincite, seguite da flop clamorosi, si susseguono ormai quasi quotidianamente. Ma stavolta il forte giocatore nordico è salito agli onori della cronaca per qualcosa che non ha a che fare con il gioco: la sua biografia.

Il quarto ed il quinto capitolo di 'The Making of Viktor Blom', una serie di articoli biografici apparsa su High Stakes DB, sono tati rimossi dal sito e il resto della serie è stato cancellato. High Stakes DB ha rimosso gli articoli con questa motivazione: “molto di quanto è stato scritto (nei capitoli quattro e cinque, ndr) non è perfettamente accurato e perciò potenzialmente lesivo della reputazione di Viktor”.Peter 'Zupp' Jepsen

Anche Blom stesso avrebbe storto il naso, per questioni di privacy, come si legge sempre nel comunicato scritto su High Stakes DB: “Ci sono certi eventi/periodi, e certe persone menzionate sempre in quegli articoli, di cui Viktor preferirebbe non parlare”. La serie è nata sul forum svedese svensaspelare.com, da cui poi High Stakes DB aveva acquisito i diritti di pubblicazione.

I primi tre capitoli, ancora disponibili sul sito, sono stati scritti da Viktor Blom stesso e riguardano i primi anni della sua carriera pokeristica. I capitoli cancellati contenevano riferimenti al fatto che Blom fosse rimasto al verde dopo aver perso 800.000 dollari contro Robert 'Gulkines' Flink, che, all'insaputa di Blom, stava giocando sull'account iPoker di Peter 'Zupp' Jepsen.

Jepsen ha ammesso che Gulkines aveva utilizzato il suo account, ma secondo lui non è vero che Blom era andato broke, dato che tutto il denaro gli era stato restituito, su insistenza di Bet365, la skin di iPoker dove era avvenuta la sfida. Inoltre, Jensen ha aggiunto che a quei tempi “prestare” il proprio account era una pratica piuttosto comune, vista la difficoltà di spostare grosse somme di denaro da e per i siti europei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non perderti le ultime notizie da Poker Italia Web
© 2024 Pokeritaliaweb.org - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Via Cassala 55, 20143, Milano - Tutti i diritti sono riservati - info@pokeritaliaweb.org