Il poker online e’ il gioco che crea piu’ dipendenza?

Interessante indagine condotta dai cugini d’oltralpe. L’OFDT, che poi sarebbe l’osservatorio francese sulle droghe e tossicodipendenze in collaborazione con l’osservatorio dei giochi francesi (ODJ) ha pubblicato uno studio sulle pratiche del gioco d’azzardo online.

Interessante indagine condotta dai cugini d’oltralpe. L’OFDT, che poi sarebbe l’osservatorio francese sulle droghe e tossicodipendenze in collaborazione con l’osservatorio dei giochi francesi (ODJ) ha pubblicato uno studio sulle pratiche del gioco d’azzardo online.

 

Secondo l’OFDT il poker online, che viene catalogato nei giochi d’azzardo alla stregua di un bingo o di un gratta e vinci, è il gioco online con il maggior rischio di dipendenza rispetto agli altri. Dati alla mano i pokeristi online francesi giocano giornalmente il doppio delle volte rispetto alla media e spendono annualmente di più (778 euro contro 627 di media) Tutto questo basta per sentenziare l’alto rischio di pericolosità del poker online, considerato molto più pericoloso della lotteria! Il tutto mentre sempre più player del dot fr fuggono sul dot com a causa della rake folle applicata. Con il governo che ha comunque ribadito una chiusura netta alla possibilità di un mercato comune.Il profilo del poker player online secondo l’osservatorio francese? Giovane, celibe e laureto. Per fortuna che non appartengo a nessuna delle tre categorie. Ah già, non sono neppure francese!

Chi invece pensava di aver risolto il problema alla radice è la Federazione Russa, comunemente chiamata Russia. Dal 2009 la legge vieta le attività di gioco in tutta la nazione tranne che in quattro isolate regioni della vastissima nazione che conta oltre diciassette milione di chilometri quadrati. A partire dalla data del divieto la polizia ha scoperto e fatto chiudere oltre 61mila sale giochi illegali. Avete letto bene, più di 12mila all’anno, una cifra enorme per una nazione che è si la più vasta del mondo, ma non conta nemmeno il triplo degli abitanti dell’Italia.


Mappa Casino' RussiaIl totale delle multe affibbiate dall’Ufficio del Procuratore Generale si aggira sui 15 milioni di euro sulla base di un sequestro di quasi 800mila slot machines e altri apparecchi di intrattenimento.Secondo la polizia l’introduzione di questa legge di divieto non ha fatto altro che causare il proliferare di queste sale illegali, alcune delle quali controllate direttamente dalla malavita russa, di cui molte operano ancora sotto le false spoglie di internet club, circoli o sale ricreative.
Impara Italia, impara che il proibizionismo preventivo porta solo al proliferare di un comparto illegale non controllato e non autorizzato dallo Stato.

Infatti a tal proposito l’Italia dei Valori ha depositato a fine gennaio un progetto di legge contro il gioco d’azzardo che vieterebbe videolottery e slot machines. Per Ignazio Messina, segretario nazionale dell’IDV, la criminalità organizzata utilizza il settore per riciclare denaro sporco e la soluzione sarebbe abolire in massa le famigerate VLT.


Pur condividendo in buona parte le motivazioni che spingono l’IDV ed il suo segretario a questo progetto di legge, come abbiamo visto nell’esempio russo ed in quello francese, non credo che sarebbe una soluzione definitiva al problema, perché per quanto se ne dica l’Italia è e rimane un popolo di santi, poeti, navigatori, ma soprattutto di giocatori.

Marco Zanini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non perderti le ultime notizie da Poker Italia Web
© 2024 Pokeritaliaweb.org - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Via Cassala 55, 20143, Milano - Tutti i diritti sono riservati - info@pokeritaliaweb.org