Poker Live: dopo lo scandalo Lusardi il Borgata Casinò cambia le chips

Mossa a sorpresa, ma a quanto pare necessaria, da parte del Borgata Casinò che ha optato per cambiare le vecchie chips, che erano state “copiate” da un baro durante un torneo, per utilizzarne di nuove, più tecnologiche e difficili da falsificare.

Mossa a sorpresa, ma a quanto pare necessaria, da parte del Borgata Casinò che ha optato per cambiare le vecchie chips, che erano state “copiate” da un baro durante un torneo, per utilizzarne di nuove, più tecnologiche e difficili da falsificare.

 

 

Lo scorso gennaio, nel corso del Borgata Winter Poker Open, il primo evento poker live delle series fu prima sospeso e poi definitivamente cancellato una volta che gli organizzatori si erano resi conto dal conteggio delle chips che qualcosa di anomalo fosse successo.

 

Si scoprì infatti che un giocatore aveva introdotto delle chips false, compromettendo di fatto il regolare svolgersi dell’evento. In breve l’identità del falsario fu svelata, dandogli il nome di Christian Lusardi. Il player disonesto aveva aggiunto delle chips false al suo stack, traendone un evidente vantaggio.

 

Una vicenda niente affatto da sottovalutare per gli organizzatori dei tornei di poker del Borgata che hanno affrontato di petto il discorso e hanno deciso di cambiare le chips con altre più tecnologiche e difficili da contraffare.

 

Le nuove chips, introdotte nel corso del Borgata Spring Poker Open cominciato ieri con il primo evento, hanno colori più sgargianti e sono autentificabili una volta passate sotto la luce ultravioletta. “Ci è costato molto – ha dichiarato Joe Lupo, Vice Presidente Senior del casinò – ma è stato un passo necessario. Per continuare ad essere leader del mercato di Atlantic City e migliorare sempre nell’organizzazione di eventi di poker live è necessario garantire l’integrità del gioco“.

 

Christian Lusardi, il baro del Borgata WinterLe nuove chips sono state messe al vaglio delle istituzioni del New Jersey lo scorso mese, con approvazione arrivata proprio sul finire di marzo. La compagnia che ha effettuato il nuovo lotto di chips, che hanno un taglio a partire da 1.000 e fino a 500.000, è stata la Game On Chip Company, società leader nel mercato.

 

Intanto il Borgata non ha ancora risolto la querelle con i 27 giocatori che erano ancora in gara nel torneo sospeso a gennaio. I quali si sono uniti in una class action contro la casa da gioco, rea secondo loro di non aver salvaguardato al meglio il regolare svolgersi dell’evento.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non perderti le ultime notizie da Poker Italia Web
© 2024 Pokeritaliaweb.org - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Via Cassala 55, 20143, Milano - Tutti i diritti sono riservati - info@pokeritaliaweb.org