Jason Mercier prepara l’attacco al terzo braccialetto WSOP

A fine maggio partirà la 45esima edizione delle World Series of Poker e molti giocatori sono pronti a dar l’assalto ai preziosi ed ambiti braccialetti in palio nei 65 eventi in programma. Tra questi Jason Mecier che punta al terzo successo personale.

A fine maggio partirà la 45esima edizione delle World Series of Poker e molti giocatori sono pronti a dar l’assalto ai preziosi ed ambiti braccialetti in palio nei 65 eventi in programma. Tra questi Jason Mecier che punta al terzo successo personale.

 

 

Sono passati solo sei anni da quell’EPT Sanremo che lo vide vincitore e lo rese famoso agli occhi del grande pubblico del poker live. Dopo quella prima importante affermazione Jason ha continuato a mietere successi ottenendo, tra l’altro, anche due braccialetti WSOP. Il primo nel 2009 nel Pot Limit Omaha da $1.500. Quindi la vittoria nel $5.000 Pot Limit Omaha – Six Handed del 2011.

 

Con la pubblicazione del programma per la 45esima edizione delle World Series di Las Vegas Jason ha subito preso di mira dei particolari tornei a cui, come ha lui stesso dichiarato, non vede l’ora di partecipare.

 

Mercier infatti puta deciso al terzo braccialetto WSOP ed ha intenzione di provarci ancora in un evento non di texas hold’em. È infatti diventato uno specialista delle varianti e non nasconde la sua passione per le modalità di poker meno conosciute e frequentate.

 

I suoi obiettivi infatti sono i torneo da $10.000 di buy-in di Razz e di 2-7 Triple Draw. Oltre ovviamente ai tornei di Pot Limit Omaha, modalità di poker che gli ha portato i due braccialetti vinti fino ad oggi.

 

Jason al tavoloPreferisco i tornei dall’alto buy-in perché attraggono un numero minore di giocatori. In linea di massima è vero che il field è più duro ma con meno giocatori ho più possibilità di vittoria – dice Jason raccontando i suoi piani per le prossime Series – Nei tornei di Razz e Triple Draw il field non dovrebbe superare le 150 presenze. E non tutti potrebbero essere degli esperti di quel tipo di gioco. Tutto ciò aumenta la mie possibilità di vittoria.

 

È un Mercier piuttosto ottimista quindi, caratteristica fondamentale per un giocatore di poker che non deve farsi abbattere dalla varianza negativa quando lo coglie. Jason non riesce a trionfare in un torneo infatti da esattamente un anno, quando nel corso dell’EPT  Grand Final di Montecarlo vinse l’evento di Poker Cinese, altra variante che sta appassionando sempre più i giocatori del circuito internazionale.

 

Alle scorse WSOP, in particolare, Mercier è riuscito ad andare a premio sette volte, giocando il tavolo finale del $1.650 Pot Limit Omaha chiuso poi al quarto posto, suo risultato migliore delle Series. Gli altri ITM sono arrivati dal Pot Limit Hold’em, con due bandierine, ancora dal PLO, dal NLHE e dal Seven Card Stud. A dimostrazione dell’eccletticità di Mercier, capace di giocarsela con i migliori in ogni variante di poker.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non perderti le ultime notizie da Poker Italia Web
© 2024 Pokeritaliaweb.org - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Via Cassala 55, 20143, Milano - Tutti i diritti sono riservati - info@pokeritaliaweb.org