Il pro di 888poker Parker Talbot fa luce sul mondo delle sponsorizzazioni, dove c’è chi arriva a guadagnare 300K l’anno

Se in Italia le sponsorizzazioni sono totalmente scomparse, tranne casi rari, nel resto del mondo si vedono ancora in giro poker room che sponsorizzano giocatori. Ma quanto guadagna oggi un poker pro sponsorizzato?

Se in Italia le sponsorizzazioni sono totalmente scomparse, tranne casi rari, nel resto del mondo si vedono ancora in giro poker room che sponsorizzano giocatori. Ma quanto guadagna oggi un poker pro sponsorizzato?

Una domanda che Parker Talbot, noto online con il nick ‘tonkaaaap’, ha parzialmente riposto durante un podcast con Joe Ingram. Parker nel corso dell’intervista oltre a parlare dei motivi che lo hanno spinto a firmare con 888poker, rifiutando anche offerte da PartyPoker e da PokerStars, ha fatto luce su quanto può guadagnare un pro che indossa una patch.

Ovviamente i motivi che hanno spinto il pro canadese ha firmato con 888poker non li ha rivelati in modo esplicito, ma è chiaro che è stata tutta una questione di ingaggio. Tuttavia, ha inoltre precisato che l’approccio che sta seguendo 888poker nella scelta del suo Team Pro è decisamente migliore di quello che oggi adotta Party:

“Oggi quelli di PartyPoker stanno adottando una strategia simile a quella che un tempo aveva PokerStars. Ingaggia nomi noti delle partite high stakes e high roller, ma non ne sfrutta a pieno la loro presenza. Punta su persona che non interagiscono sui social. Per fare un esempio, oggi PokerStars ha messo sotto contratto Lex Veldhuis e Jaime Staples, due che interagiscono molto con i loro fan e d conseguenza promuovono in maniera concreta il gioco online”.

Vivian Saliba, Team Pro 888poker
Vivian Saliba, Team Pro 888poker

Parker Talbot prende poi come esempio Vivian Saliba, sua compagna di team, che in Brasile tramite la sua pagina Instagram promuove in maniera concreta il poker nel suo paese: “Mi domando Ike Haxton, pro di Party, con quanta gente interagisce ogni giorno e quante persone fa iscrivere? Forse l’unico a riuscirci è Fedor Holz, ma gli altri non credo”.

L’attenzione poi si è spostata sugli stipendi dei vari giocatori sponsorizzati, e qui Parker Talbot non si è sbilanciato troppo, ma ha detto alcuni importanti indicazioni.

“Sugli stipendi? non posso entrare nello specifico, ma degli stipendi di cui sono a conoscenza posso dire che oggi un poker pro con patch può guadagnare da un minimo di 40mila dollari fino ad un massimo di 300mila dollari l’anno”.

Davvero tanto roba 300mila dollari l’anno per un pro sponsorizzato, ma Parker Talbot non ha voluto specificare chi prende tale cifra, limitandosi a dire che uno come Jason Somerville potrebbe essere tra quelli che incassano così tanto a fine anno, mentre di certo non fa parte di questa lista Jeff Gross. Comunque, anche solo 40mila dollari l’anno per giocare a poker, non sono affatto male. Chissà quanti prenderà il nostro Mustapha Kanit oggi che è pro Winamax.

Seguici sui nostri social:
Facebook
Twitter
Youtube
Instagram
SOCIALICON

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri social
Facebook
Twitter
Youtube
Instagram
SOCIALICON
© 2024 Pokeritaliaweb.org - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Via Cassala 55, 20143, Milano - Tutti i diritti sono riservati - info@pokeritaliaweb.org