Strategia poker Sit n’ Go: Impariamo a giocare i sit

poker giocare i sit-goIn questo articolo scritto dal poker coach Clahellmuth, vediamo come affrontare i vari step che riguardano una partita di poker online nella specialita’ sit-go, partendo ovviamente dalla fase iniziale, per arrivare allo scontro finale fra due giocatori.

Home » Strategie Poker » Poker Sitngo » Strategia poker Sit n’ Go: Impariamo a giocare i sit

poker giocare i sit-goIn questo articolo scritto dal poker coach Clahellmuth, vediamo come affrontare i vari step che riguardano una partita di poker online nella specialita’ sit-go, partendo ovviamente dalla fase iniziale, per arrivare allo scontro finale fra due giocatori.

 

 

Strategia: Approccio ai Sit n’ Go

I tornei a tavolo singolo (STT) sono oramai diffusissimi nel mondo del poker online.  Si tratta essenzialmente di un torneo da 2 a 9 persone con diverse strutture di blinds (turbo o normal) e con payout volti a premiare 2 giocatori nel caso dei 6max (con struttura solitamente 70%-30%) mentre saranno 3 i premiati nel sit n’ go 9max con la classica struttura 50%-30%-20%.

 

In questo articolo spiegheremo come approcciare teoricamente i Sit n’ go.

Fasi iniziali:


Al”inizio di un sit n’ go l’approccio sarà prevalentemente più chiuso (tight-aggressive), giocheremo solo mani premium che possono fruttarci molte chips che ci serviranno più in la per affrontare al meglio la fase intermedia e la zona bolla. Tornando alle cosiddette mani “premium”. Elimineremo dal nostro range di raise preflop mani come Assi deboli, mani facilmente dominabili (ad esempio QJ-J10),e giocheremo prettamente in set mining le pocket pair fino a 88-99.


Vedo molto spesso gente anche molto forte “overvaluare” la propria mano quindi perdere stack e soldi, ricordiamoci quindi di controllare al meglio ogni piatto in cui non siamo sicuri di essere avanti al 100%. Al contrario, cercheremo in ogni modo di farci pagare le nostre mani “nuts”. Ergo quindi non ci “innamoreremo” di mani come AK o JJ, ma piuttosto saremo contenti ( a meno di read particolari) di giocarci lo stack preflop contro un avversario normale con mani come QQ+.

 

Perchè parlo di avversario “normale”?Apro una piccola parentesi: nel poker online si è sempre più evoluta la figura del “regular” dei tavoli sit n’ go, essi sono praticamente giocatori assidui del livello (buy in) o di più livelli. Giocatori sicuramente sopra la media , quindi da non sottovalutare per non perdere con giocate sbagliate EV$ (valore atteso in denaro). Dobbiamo quindi adattarci e capire bene il loro gioco, in modo da adattare i nostri “range” di carte ai loro e rendere le loro giocate profittevoli per noi, anche se tutto ciò dovesse tradursi in foldare ,nella fase low blinds, mani come AQ e JJ (ad esempio) dopo i loro raise preflop.

Fasi intermedie:


A questo punto ci catapultiamo nella fase intermedia del STT. In questa fase genericamente, ogni colpo che giocheremo porterà grosse variazioni al ns stack, indi per cui quasi ogni colpo che giocheremo preflop sarà per tutte le ns chips. E’ quindi saggio tentare di “stealare” i blinds a giocatori che tendenzialmente sono molto chiusi, anche con mani marginali dallo Small Blind, occhio però a non abusarne contro i regular, sicchè gli stessi possono fare ciò che fate voi: adattare i loro range ai nostri.

 

L’obiettivo qui è aumentare il ns stack, possibilmente senza arrivare allo showdown. Saranno quindi fondamentali posizioni come il Button o il CutOff che, se abbinati ad una buona mossa (dando sempre uno sguardo a chi abbiamo dopo di noi) risulteranno profittevolissimi per arrivare in una situazione di vantaggio in fase bolla. Mi preme aggiungere qui, che in questa fase, se siamo sotto i 10 BB è profittevole spingere con tutte le pocket pairs e mani broadway come QJ-JT, a meno che prima di noi non vi sia stata già action.

La Bolla:


Poichè solitamente la struttura dei 9Handed sit n’ go prevede un payout a 3 giocatori (nei 6handed avremo bolla a 3 persone e payout a 2), non appena saremo rimasti in 4 avremo raggiunto la cosidetta “bolla”. La zona bollaGiustamente molti ritengono questa fase la più importante del torneo, poichè è quella che maggiormente avrà raffronti sul nostro ROI (ritorno dell’investimento). Ci sono molte variabili che influenzeranno il gioco ottimale durante questa fase del torneo tra cui la dimensione del nostro stack, quella dei tuoi avversari, e il modo in cui i tuoi avversari stanno giocando.


In situazione di big stack è il momento giusto per aggredire gli stack medi, poichè essi non vorranno essere eliminati a discapito degli stack inferiori, regalandoci quindi molta fold equity nei nostri confronti. Aggredire gli stack medi, ci porterà profitto poi nella fase ITM (a premi) poichè potremo vantare uno stack di molto superiore che ci garantirà le prime posizioni. Ecco quindi che in questa fase non dobbiamo avere paura ad aggredirli con un range MOLTO AMPIO di mani, sarà la dimensione dello stack più piccolo a darci le misure di quanto potremo “tirare la corda”.

 

In fase di stack ridotti (intorno ai 5-6BB) dovremo aprire abbastanza i range di push e sfruttare al meglio le posizioni al tavolo, generalmente è la fase in cui le BlindWar decidono la fase bolla tra i più corti. In sintesi, sfruttate la posizione, stealate quando potete, ma non abusatene altrimenti perderete solo EV.

La fase finale:


Una volta “scoppiata” la bolla, il gioco diventa 3handed, cambieremo quindi ancora una volta la ns strategia. A questo punto arrivare con un grosso stack ci permetterà di affrontarla al meglio, potremo controllare gli altri due avversari e tenderemo a sfruttare i loro stacks per guadagnare ancora qualche chips senza arrivare allo showdown. Questa sarà la fase in cui i nostri showdown dovranno avere molto valore, sapendo quindi sfruttare al meglio ogni occasione riusciremo ad arrivare all’heads up finale.

 

 

L’Heads up:


Una volta raggiunto il gioco a due il tipo di azione corretta dipenderà molto dagli stacks in gioco e da come il ns avversario si regola nel gioco a due (se loose-passive o tight-aggressive). Fondamentale in questa fase sarà il range di carte che andremo ad utilizzare, eviteremo quindi trash hands e cercheremo (come nelle prime fasi) di massimizzare le premium.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Comparatore Poker

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 300% fino ad un massimo di €1200

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 20€ subito e un bonus del 300% fino a  €1.091 

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 300% fino a  €1.050 + €7 in Token e € 15 per altri giochi 

Senza deposito: €8 Gratis

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1500 codice bonus SUPER15

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1000 +5€ in Tickets +25 Free Spin