Pubblicato il da Giuseppe "Pidduv" Messineo

Il mese di luglio ha confermato la pesante crisi del poker cash game online italiano. La spesa è stata infatti di appena 5,1 milioni di euro, dato in calo del 2,9% rispetto allo stesso mese dello scorso anno.

 

Non arrivano buone notizie dalla raccolta del poker online italiano. I numeri di luglio, purtroppo, confermano la pesantissima crisi del cash game con una spesa, ancora una volta da record minimo, di circa 5,1 milioni di euro. Un dato in evidente calo, del 2.9%, se confrontato con quello dello stesso mese dello scorso anno. Ma non è tutto...

Nei primi sette mesi del 2017, si legge su Agimeg, la spesa complessiva nel poker cash game è diminuita di 5,3 punti percentuali, attestandosi a 40,9 milioni di euro contro i 43,2 milioni del periodo gennaio-luglio. Insomma c'è da stare poco allegri. Intanto va registrato che oltre il 60% del mercato di luglio è stato in mano a quattro operatori: Pokerstars (45,5%), Lottomatica (6,5%), Sisal Poker (5,4%) e Snai (4,7%).

Per gli altri tanti alti e bassi, anche se Eurobet, Betaland, PaddyPower/Betfair, Goldbet e Scommettendo hanno evidenziato un piccolo aumento rispetto al mese di giugno.

E sembra invece resistere il poker online in modalità torneo. A luglio la spesa in questa modalità di gioco è stata di poco più di 5,9 milioni di euro, in leggero calo rispetto ai quasi 6 milioni di euro spesi a giugno, mentre in crescita del +22,9% rispetto a luglio dello scorso anno. Nei primi sette mesi del 2017 la spesa si è attestata complessivamente a 49,1 milioni di euro, con un incremento del +17,4% rispetto ai primi sette mesi del 2016 (durante i quali si erano spesi 41,7 milioni di euro).

Gennaio rimane il mese che ha registrato la spesa più alta, a oltre 8,7 milioni di euro, seguito da febbraio e marzo (7,4 milioni). A luglio quasi il 71% del mercato del poker a torneo online è stato in mano a Pokerstars. Sul podio anche Sisal Poker, con una quota del 5,5% e Lottomatica, con il 5,2%. In generale, gli operatori sono andati tutti in crescita rispetto al mese di giugno.

Spesa poker online per il mese di luglio
Spesa poker online per il mese di luglio


Poker cash game online -  Ecco come si sono suddivisi il mercato alcuni dei principali operatori:

POKERSTARS - 45,53%
LOTTOMATICA - 6,45%
SISAL - 5,42%
SNAITECH - 4,69%
BWIN - 4,23%
PEOPLE’S - 3,67%
ADMIRAL - 3,09%
EUROBET - 2,94%
STANLEYBET - 2,70%
BETALAND - 2,68%
PADDY POWER/BETFAIR - 1,38%
BETFLAG - 0,41%