Pubblicato il da Tiberio "Boss" Redaelli

Confermato il trend post lockdown. A giugno infatti si sono registrati dati in netto calo, sia per i tornei che per il cash game, paragonabili a quelli pre Covid-19.

 

Brutte notizie per il poker online italiano che anche nel mese di giugno segna un netto crollo nei numeri della raccolta. Il ritorno alla quasi normalità, con la fine dell'obbligo di restare a casa, è coinciso con un lento ma inesorabile calo sia nella modalità torneo che in quella cash game con perdite che variano dal 32 al 37%.

Nel dettaglio se a febbraio la spesa del cash game era stata di circa 5 milioni di euro, nel mese di giugno si è arrivati a 5,9 milioni. Ancora un po' sopra i dati pre coronavirus ma oramai vicinissimi ai numeri del 2019. Va meglio per la quota tornei che, pur scendendo drasticamente rispetto a maggio, si è fermata a 8,4 milioni di euro.

Andando a vedere il movimento netto, secondo le elaborazioni di Gioconewspoker, i tornei sono passati dai 164,9 milioni di euro di maggio a quota 103,9 milioni (i players hanno vinto 95,5 milioni) mentre il cash è passato da 305,7 milioni a 209,2 milioni di raccolta totale.

Parlando di poker room e sempre PS a dettare legge sia negli MTT che nel cash game.

Per tutte le altre notizie sul poker online e live restate 'sintonizzati' con la nostra home o entrate nel canale Telegram Notizie Poker.

Brutte nuove per il poker online made in Italy
Brutte nuove per il poker online made in Italy


Ecco i dati delle TOP 5 ROOM per il mese di giugno:

Quote spesa MTT

POKERSTARS - 57,07%
SNAITECH - 8,27%
SISAL POKER - 7,69%
E-PLAY 24 - 4,53%
EUROBET ITALIA - 4,34%

Quote spesa Cash Game

POKERSTARS - 46,23%
SISAL POKER - 6,35%
LOTTOMATICA - 5,83%
SNAITECH - 5,48%
888POKER - 5,04%