Il ricchissimo imprenditore americano Sheldon Adelson continua a portare avanti la sua campagna contro il gioco online. Nel 2001 però la pensava diversamente su questo tema… Come mai allora ha cambiato idea?

Il ricchissimo imprenditore americano Sheldon Adelson continua a portare avanti la sua campagna contro il gioco online. Nel 2001 però la pensava diversamente su questo tema… Come mai allora ha cambiato idea?

 

Ormai sappiamo tutti che in America il nemico n°1 del gioco online (e del poker online) si chiama Sheldon Adelson. Questo magnate 81enne è l’uomo più ricco dell’industria del poker e per alcuni questo costituisce un paradosso. Adelson infatti ha costruito un impero dando vita a casinò e poker room in giro per il mondo. Quando si tratta però di spostarsi sull’online, Adelson è contrario, temendo ripercussioni negative sul gioco live che offrono le sue società.

 

In effetti basta risalire al 2001 per rendersi conto di come Adelson non abbia sempre avuto idee coerenti su questo tema. Un utente del noto forum 2+2 è andato a ripescare un articolo di tredici anni fa con un titolo molto chiaro: “Adelson spera di offrire il gambling in rete“. A quei tempi il gioco su internet era in fase di lancio e il buon Adelson era entusiasta di un allargamento degli affari su altre piattaforme. Nel pezzo vengono riportare le sue dichiarazioni a riguardo con molta enfasi.

 

Poi però con il tempo Sheldon deve aver fatto due conti e si sarà reso conto che il gioco online può distrarre troppo i giocatori da quello live. Forse giocando da un pc la gente sperpera ancora facilmente i propri soldi, andando broke? Meglio allora un tavolo dal vivo che garantisce entrate costanti? Non sappiamo se sia questo il motivo, fatto sta che Adelson dopo qualche anno manifesterà un sentimento totalmente opposto nei confronti del gioco online.

 

All’inizio il web poteva sembrare un’arma in più per attirare giocatori, ma adesso può essere visto come un pericoloso concorrente per i casinò. Molti accusano Adelson di pensare solo ai suoi affari e di puntare il dito conto la ludopatia solo parlando di online, come se nel live non c’entrasse…

 

Non sono mancati ovviamente i pronti commenti degli utenti di 2+2 alla piccola scoperta di questo vecchio articolo. C’è chi dice: “Aveva solo 68 anni quella volta, era immaturo. Adesso è cresciuto e non vuole vedere gente che clicca e si rovina perdendo case”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comparatore Poker

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 300% fino ad un massimo di €1200

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 20€ subito e un bonus del 300% fino a  €1.091 

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 300% fino a  €1.050 + €7 in Token e € 15 per altri giochi 

Senza deposito: €8 Gratis

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1500 codice bonus SUPER15

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1000 +5€ in Tickets +25 Free Spin