Poker e risate: sogni di ordinaria follia -1a parte-

Oggi mi sentivo un pò solo, ed allora ho deciso di telefonare ad un amico per scambiare due chiacchiere. Con metodo scientifico ho aperto la rubrica telefonica e facendola scorrere velocemente ho chiuso gli occhi e puntato il dito. Là! M, Mike Matusow.

Oggi mi sentivo un pò solo, ed allora ho deciso di telefonare ad un amico per scambiare due chiacchiere. Con metodo scientifico ho aperto la rubrica telefonica e facendola scorrere velocemente ho chiuso gli occhi e puntato il dito. Là! M, Mike Matusow.


MZ: Ehi, Mike, vecchia volpe! Come va?

MM: Ciao Marco, che piacere sentirti. E’ un periodo un pò così, non va tanto bene purtroppo. Oggi, per tirarmi su il morale sono anche andato a casa di Phil Hellmuth a fargli un po’ di scherzi; gli ho forato le gomme dell’auto, gli ho messo del pesce marcio nel letto, le solite cose insomma, ma sono davvero giù di corda.

MZ: Oh, ne sono molto dispiaciuto, come mai?

MM: Mah, che vuoi che ti dica. Sai, da quando Full Tilt Poker ha chiuso e poi successivamente riaperto i battenti ho perso il mio contratto milionario e vivere senza sponsor è davvero dura. Credevo di essermi sistemato per tutta la vita grazie all’assegno mensile che mi arrivava puntuale, ed ora accettare il fatto di dover giocare a poker per vivere è davvero dura.

MZ: Eh si Miky, immagino che per un giocatore di poker professionista doversi guadagnare da vivere giocando a poker sia una situazione inaccettabile, ti sono vicino e solidale.

Mike MatusowMM: Grazie per le tue parole di conforto Marco, sei davvero un amico. Adesso scusami, ma devo proprio scappare. Mi sono arrivate uno stock di uova marce e passo a prendere Antonio Esfandiari per andare a tirarle contro la casa di Phil Laak e Jennifer Tilly. A presto.

MZ: Ciao Mike, in bocca al lupo per il tuo lavoro.

Ricapitoliamo; per i pochi che non lo conoscessero Mike “the mouth” Matusow, nato il 30 aprile 1968 a Los Angeles, è un giocatore professionista di poker. Vanta tre braccialetti WSOP: 1999 3.500call skype logo1999 3.500$ NLHM, 2002 5.000$ Omaha Hi/Lo, 2008 No Limit deuce to seven draw. Dimostrando quindi di essere un giocatore a tutto tondo capace di imporsi in svariate discipline.

Questi ed altri successi, più un numero impressionante di ITM in tutte le maggiori competizioni mondiali lo hanno portato ad essere attualmente il numero 28 della classifica dei player con maggiori vincite, sfiorando la ragguardevole cifra di 8 milioni di dollari! A questo link potete leggere lo sfogo di Mike per essere rimasto senza sponsor con tutti i benefici economici annessi e connessi.

 

Soprannominato “the mouth” la bocca, per via del suo fastidioso parlare e provocare continuamente al tavolo, ha fatto del trash talking un arma temibile che usa sapientemente in ogni occasione. Si può amare od odiare il gioco di Mike ed i suoi comportamenti sempre irriverenti e sopra le righe. Quello che secondo me non si può discutere è il fatto che Mike sia un personaggio televisivo di grande spessore che, proprio grazie al suo atteggiamento al limite della decenza ha contribuito allo sviluppo mediatico di questo bellissimo gioco.

Troverete la seconda parte di questo articolo scritto da Marco Zanini sempre su PokerItaliaWeb.

Seguici sui nostri social:
Facebook
Twitter
Youtube
Instagram
SOCIALICON

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri social
Facebook
Twitter
Youtube
Instagram
SOCIALICON
© 2024 Pokeritaliaweb.org - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Via Cassala 55, 20143, Milano - Tutti i diritti sono riservati - info@pokeritaliaweb.org