Poker e Risate: dottore, penso sempre al poker… Sono grave?

Forse il poker è entrato troppo nella mia vita e mi rendo conto che a volte esagero. Peccato che non hanno ancora creato delle sedute di gruppo simili a quelle che si svolgono per “Gli Alcolisti anonimi”, perché forse sarei il primo a prenderne parte.

Forse il poker è entrato troppo nella mia vita e mi rendo conto che a volte esagero. Peccato che non hanno ancora creato delle sedute di gruppo simili a quelle che si svolgono per “Gli Alcolisti anonimi”, perché forse sarei il primo a prenderne parte.


Secondo voi sto esagerando? Vi sbagliate, i prossimi episodi che vi racconterò ne sono una prova. Ecco a voi come inizia la mia giornata: sveglia presto e dopo i vari rituali post Mega Sbadiglio mattutino, mi dirigo al tavolo della cucina per fare la mia bella colazione, zuppa di latte con biscotti, questi ultimi sempre di forma circolare simili alle chips. Qui inizia la mia giornata all’insegna della mia Poker Mania. Afferro i miei amati biscotti e, forse sopraffatto ancora dal sonno, mi vengono in mente gli episodi di Erion Islamay ( ex pro del team GDpoker) che spiega come allenarsi con i chips tricks. Inizio allora a far volteggiare tra le mie dita i miei Chips-biscotti. Ovviamente me ne riuscisse bene uno di quei maledetti giochetti… Innervosito per i tanti tentativi falliti, concludo guardando i biscotti ed esclamando la solita frase “Ora basta, è arrivato il momento di andare all-in”, prendo i miei biscotti e gli faccio fare un bel “Tuffo” (giusto per rimanere in tema poker) nella mia tazza, per l’occasione diventata una Piatto (Pot – altra sottile ironia pokeristica).

infermiera sexyOra vogliamo parlare di quando sono al telefono con i miei amici per organizzare la serata? Anche qui dò il meglio di me. In primis quando mi è proposta una meta, io per fargli cambiare idea e proporre qualcosa di nuovo, puntualmente urlo per telefono “Rilancio”, vado di “4-bet” e “Fold” nel caso non accetti di uscire. All’inizio i miei amici pensavo ero impazzito, che forse ero stato rapito di recente dagli alieni, poi però si sono abituati e hanno capito. Il problema però è che avevano ragione loro, sono davvero fuori di testa per parlare così. Forse però gli episodi più divertenti sono quando sono a cena fuori con gli amici, dove tutte volte quando mi alzo per andare al bagno esclamo “Ragazzi, vado in Sit-Out”. Devo dire però che ultimamente anche i miei si divertono a usare il termine Sit-Out per dire che vanno al bagno.

L’apice, però, l’ho raggiunto qualche giorno fa. Un normalissimo sabato sera in compagnia di amici a fare il pieno di birre nei vari locali della città. Dopo… forse la terza birra, apro il mio portafoglio e non avevo più i soldi per continuare a bere e divertirmi con i miei amici. È qui, forse le tre birre avevano anche fatto già un certo effetto in me, che faccio vicino ai miei compagni “Ragazzi non ho più il bankroll per bere, ho bisogno di un Bancomat per fare un Rebuy”. Dopo di questa capirete perché nel titolo di questo simpatico pezzo ho scritto “Dottore penso solo al poker… Sono grave?”. Effettivamente mi sa di sì, che lo sono… e voi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non perderti le ultime notizie da Poker Italia Web
© 2024 Pokeritaliaweb.org - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Via Cassala 55, 20143, Milano - Tutti i diritti sono riservati - info@pokeritaliaweb.org