Poker e Risate: ma quanto e’ trendy un poker player?

Se bello vuoi apparire, un poco devi soffrire! Questo vecchio adagio non si applica però al dorato mondo del poker. Down swing a parte qui non c’è più nessuno che voglia soffrire! Ed allora bisogna essere sempre più cool anche al tavolo verde!

Se bello vuoi apparire, un poco devi soffrire! Questo vecchio adagio non si applica però al dorato mondo del poker. Down swing a parte qui non c’è più nessuno che voglia soffrire! Ed allora bisogna essere sempre più cool anche al tavolo verde!

 

Non ti puoi dire un vero poker player se:


Non sfoggi un prodotto della apple mentre giochi a poker live! La mela morsica ha fatto una fortuna con i giocatori di poker; tutti con Ipad, Iphone e Ipod vari. So di alcuni casinò che prima di farti entrare ti chiedono di esibire un Iphone invece della carta d’identità.Infatti anche la stessa casa di Cupertino si sta rapidamente adattando al mercato sfornando in continuazione applicazioni per i giocatori. Si va dai supporti mobili per giocare comodamente dallo smartphone, così da poter fare una doppia sessione contemporanea live ed on-line, ai classici strumenti per calcolare le odds a programmi poker clock per realizzare partite casalinghe professionali.


Il tutto fino ad arrivare ad un caso decisamente eccessivo…. Pochi giorni fa due cinesi sono stati arrestati dalle parti di Alba in provincia di Cuneo perché, dopo aver vinto in pochi minuti ed in maniera sospetta oltre 500 euro alle slot machine di un bar, fermati dai carabinieri, si scopre che avevano sul loro melafonino una sofisticata applicazione, chiaramente illegale, che “dialogava” con la slot facendoli vincere sempre! Potenza del cielo e delle stelle! Il povero Steve Jobs si starà rivoltando nella tomba. Come se non bastasse, perquisita la loro dimora, le forze dell’ordine han trovato altri cellulari apple, tutti dotati della stessa mirabolante applicazione, soldi falsi, una carta di credito rubata e circa 8 mila euro in contanti. Denunciati per frode telematica, detenzione illecita di banconote false e ricettazione, pare, ma qui entriamo nel campo delle supposizioni, che entrambi i malviventi avessero sul comodino accanto al letto una foto finemente incorniciata di Howard Lederer che ritengono loro leader indiscusso e gurumassimo della confraternita dei truffaldini.

Non ti puoi dire un vero poker player se:


Sam TrickettNon hai un auto lussuosa! Come già accennato in un precedente articolo macchine e belle donne sono un binomio tipico del giocatore di poker! Passerei ore a parlarvi di belle donne, ma non vengo pagato a sufficienza, per cui mi limito a sostenere a gran voce, che se volete essere dei player di successo dovete prima di tutto comprarvi un auto con almeno 200 cavalli, altrimenti non contate nulla. L’ultima volta che sono stato al casinò di Sanremo il parcheggiatore quando ha visto la mia auto si è messo a ridere fino alle lacrime, ed alla fine è stato lui a dare la mancia a me pur di non fargli parcheggiare la mia carretta!


Sam Trickett dopo il secondo posto al Big One For One Drop che gli ha fruttato oltre 10 milioni di dollari, ha saggiamente deciso di comprarsi una Ferrari. Complimenti e GG per la scelta, ci mancherebbe. Però vorrei solo ricordargli di stare molto attento ai limiti di velocità, prima che gli succeda come ad un famoso pro svizzero, che al volante del sue bolide di Maranello è stato fermato nel tratto autostradale tra Ginevra e Losanna alla sobria velocità di crociera di 250 km/h, il tutto per una multa di circa 25mila euro. Per ragioni di privacy non è stato reso noto il nome del poker pro svizzero dal piede pesante…Scusa la domanda personale, Claudio “swissy” Rinaldi, che auto guidi?!?!?!?!?

Non ti puoi dire un vero poker player se:


Non hai un busto commemorativo.Qui i più scaramantici possono toccare ferro, se di nazionalità italiana, oppure possono toccare legno, se di nazionalità americana, oppure possono toccarsi le parti basse, di qualunque nazionalità siano. Se davvero vuoi contare qualcosa nel dorato mondo dei poker pro, non puoi rinunciare a farti fare un busto in bronzo! Queste pregevoli sculture di solito vengono fatte alla memoria di chi non c’è più, da qui l’atto scaramantico di toccarsi parti del corpo innominabili, ma nel caso dei poker player bisogna assolutamente immortalare la propria faccia ad imperitura memoria nel bronzo.

 

Da qui credo che provenga il termine “faccia di bronzo” che molto si addice a Phil Hellmuth, ultimo in ordine di tempo ad avere un suo busto personale realizzato dallo scultore professionista Jon Hair. Chi è l’altra leggenda del poker immortalata nel bronzo dallo scultore? Ovviamente è lui!  Sto parlando di Doyle “pinzimonio” Brunson! In qualunque cosa c’entri anche minimamente il poker, il vecchio Texas Dolly è sempre presente, volente o nolente, peggio del pinzimonio! Ricordatevi però che il busto deve essere come minimo di bronzo! Non fate i furbi provando ad immortalare le vostre sembianze intingendo il viso nel volgare gesso! Questo non farà mai di voi dei veri poker player!

Marco Zanini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non perderti le ultime notizie da Poker Italia Web
© 2024 Pokeritaliaweb.org - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Via Cassala 55, 20143, Milano - Tutti i diritti sono riservati - info@pokeritaliaweb.org