Poker: Lo scandalo Usa avra’ conseguenze in Italia?

Lo scandalo che si e’ abbattuto nel mercato americano del poker online, potrebbe contagiare anche tutti gli altri mercati dove le due maggiori sale da poker, pokerstars e full tilt poker sono presenti, arrivando fino al poker online italiano?

Home » Poker Live » Editoriali » Poker: Lo scandalo Usa avra’ conseguenze in Italia?

Lo scandalo che si e’ abbattuto nel mercato americano del poker online, potrebbe contagiare anche tutti gli altri mercati dove le due maggiori sale da poker, pokerstars e full tilt poker sono presenti, arrivando fino al poker online italiano?

 

 

 

E’ oggettivamente presto per trarre delle conclusioni certe su questa brutta vicenda, che nel corso dei prossimi giorni sicuramente ci riservera’ molti altri “colpi di scena“, ma secondo il mio parere si possono gia’ prevedere dei possibili scenari, che in alcuni casi andranno ad “influenzare” anche il mercato del poker italiano. Cerchero’ di tracciare dei possibili scenari che possono influenzare le due maggiori sale presenti anche in italia, ovvero pokerstars.it, e lo sbarco di full tilt poker.it.

 

 

full_tilt_poker.jpg

Full tilt poker e’ pronta per entrare nel mercato .it

 

Inizio questo editoriale sottolineando subito la diversita’ del mercato americano con quello italiano, mentre negli Stati uniti non si e’ deciso di applicare delle regole certe per il poker online, preferendo invece vietare le transazioni effettuate dai giocatori Usa verso i siti di gioco online (ed e’ per questo motivo che sono stati confiscati i domini delle maggiori sale da poker operanti negli usa, come pokerstars.com, absolute poker .com, full tilt poker.com,  cake poker.com ed altre sale online che hanno continuato ad accettare denaro proveniente dai giocatori Usa) in Italia si e’ invece deciso di regolamentare questo gioco con regole certe, che prevedono una serie di requisiti minimi richiesti agli operatori per poter offrire in maniera “legale” questo gioco nella nostra nazione.

 

In questo momento quindi potremmo affermare che essendo l’italia una nazione che ha difatto gia da tempo regolamentato il gioco online, non ci saranno problemi ad esempio per la versione italiana di Pokerstar, perche’ non ha nulla a che fare con la versione .com?

 

 

pokerstars.it

Pokerstars.it e’ operativa in Italia da oltre 2 anni

 

 

Sinceramente penso che al momento nessuno sappia rispondere a questa difficile e complessa domanda, ma un fatto e’ certo, il mercato italiano per Pokerstars e’ sicuramente una piccola goccia nel mare, ovvero con la rigida regolamentazione imposta dal nostro stato, il guadagno per questo grande operatore online e’ decisamente basso, e senza l’avvio immediato del poker cash il mercato Italiano vale lo 0,90(questo dato non e’ verificato) del fatturato totale di pokerstars. E’ evidente che se uno dei mercato piu’ “fruttiferi” per Pokerstars (come quello americano che genera il 20-30% del fatturato della societa’) viene chiuso, di conseguenza tutti i mercati che fanno riferimento alla societa’ che siano essi .com, .it, fr ecc…subiranno un contraccolpo, sopratutto a livello di risorse da investire nel singolo mercato. Non sto affermando che da domani Pokerstars.it cessera’ le promozioni in italia, o peggio ancora potra’ avere problemi economici (cosa che non penso assolutamente), ma sto sottolineando un punto fondamentale, che in un futuro prossimo questo calo delle entrate potrebbe investire anche il mercato .it di pokerstars, ovvero un netto taglio alle spese e agli investimenti sia a livello pubblicitario che mediatico, ma potrebbe verificarsi anche un possibile taglio per le sponsorizzazioni di giocatori e per i tornei di poker live, e perche’ no di una forte diminuzione di promozioni e di forti manifestazioni (vedi Scoop, o Icoop) per quel che concerne la versione online di pokerstars.it.

 

 

poker live

Anche il poker live potra’ soffrire per lo scandalo?

 

Come ho scritto in precedenza “tutto e nulla potra’ accadere”, quindi ho deciso di proporre un secondo scenario possibile, ovvero che nel giro di pochi mesi il mercato americano decida di aprirsi con regole certe al poker online, quindi questo duro contraccolpo che in questo momento stanno vivendo le maggiori poker room a livello mondiale, potrebbe nel tempo “sgonfiarsi” e quindi dopo i primi mesi di grande incertezza, far ripartire in maniera “legale” un mercato da 16 milioni di giocatori. A questo punto penso che le ripercussioni sui mercati minori (come quello italiano) potrebbero essere minime, ma tutto questo dipende molto sia dalle sanzioni che verranno inflitte a pokerstars.com, e sopratutto dal lasso di tempo che servira’ per riscrivere al governo americano le nuove regole inerenti il gioco online, piu’ sara’ il tempo necessario per riscrivere il nuovo regolamento e piu’ i mercati minori ne soffriranno, perche’ influenzati ovviamente dalla mancanza di entrate della versione.com negli Stati uniti.

 

Ma se da una parte pokerstars in Italia puo’ gia’ avvalersi della nostra licenza.it, e quindi per noi giocatori questo e’ sicuramente un grosso vantaggio, ci troviamo pero’ di fronte ad un altro operatore, ovvero full tilt poker.com, che al momento non e’ ancora entrato nel nostro mercato, e che sembrava pronto per un sbarco “in grande stile” entro poche settimane, ora mi chiedo che succedera?

 

poker online

Il mercato del poker a livello mondiale e’ in forte crescita

 

Anche in questo caso prevedo due possibili scenari, vediamoli insieme:

 

Il primo scenario e’ sicuramente il piu’ “doloroso” sia per full tilt poker.com, che per il mercato del poker.it, ovvero full tilt poker aspettera’ ancora parecchio tempo prima di entrare nel mercato italiano regolamentato, e cerchera’ di “sfruttare” ancora per molto tempo i giocatori italiani che giocano (in tantissimi) nella propria sala .com, perche’ come ribadito prima i margini di guadagno fra .it e .com sono enormemente diversi, e dopo aver perso il mercato americano, e quindi tantissimi milioni di dollari, ed aver visto che nel mercato francese regolamentato (dove full tilt poker e’ presente con full tilt.fr) le cose non stanno andando proprio alla grande, magari e sottolineo magari full tilt possa decidere di aspettare ancora prima di entrare nel mercato italiano. Credo che questa scelta pero’ nel lungo periodo risulterebbe sbagliata da parte della seconda sala  a livello mondiale, perche’ tardare ancora ad entrare ora nel mercato italiano che ha ormai 3 anni di vita ed e’ molto competitivo, potrebbe fra un anno con la partenza del poker cash imminente non essere piu’ conveniente per la room irlandese, che si troverebbe poi in un limbo come gia’ successo negli Usa.

 

 

full tilt poker

Full tilt poker e’ al momento ancora ancora una room.com

 

Il secondo scenario invece vede una prospettiva diametralmente opposta, ovvero l’ingresso immediato di full tilt poker nel mercato italiano, visto quello che e’ successo negli usa, entrare in italia significherebbe essere in regola e poter offrire un gioco legale e sicuro ai giocatori italiani. E’ evidente pero’, che anche per full tilt poker l’assenza del mercato americano “pesera’” sulle proprie strategie a livello economico, e questa mancanza di liquidita’ andra’ credo proprio ad influire anche nel mercato italiano, dove magari assisteremo ad uno sbarco piu’ “soft” di full tilt poker.it, di quello che invece avremmo potuto assistere se non fosse scoppiato lo scandalo americano.

 

Questi sono degli scenari da prendere “con le molle”, ma e’ evidente che nel giro di poche settimane, o al massimo qualche mese scopriremo appieno gli effetti di questo duro colpo assestato dallo stato americano alle maggiore sale da poker online, e se questi effetti sopratutto influiranno anche nel mercato italiano.

 

Redaelli “boss” Tiberio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Comparatore Poker

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 300% fino ad un massimo di €1200

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 20€ subito e un bonus del 300% fino a  €1.091 

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 300% fino a  €1.050 + €7 in Token e € 15 per altri giochi 

Senza deposito: €8 Gratis

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1500 codice bonus SUPER15

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1000 +5€ in Tickets +25 Free Spin