Spot televisivi in Tv, sei favorevole o contrario?

In questi giorni diversi politici italiani di tutti gli schieramenti, stanno prendendo posizione contro i tantissimi spot dedicati al mondo del gioco online e non solo, che vengono trasmessi quotidianamente dalle principali emittenti televisive italiane.

In questi giorni diversi politici italiani di tutti gli schieramenti, stanno prendendo posizione contro i tantissimi spot dedicati al mondo del gioco online e non solo, che vengono trasmessi quotidianamente dalle principali emittenti televisive italiane.

 

Aver legalizzato da prima il poker online, in seguito il bingo online ed infine i casino' online nel giro di soli quattro anni, ha indubbiamente portato nelle casse del nostro stato una grande liquidita' proveniente dalla vendita di oltre 150 licenze (al costo di 350 mila euro a lincenza) e dalla rake che ogni giorno viene versata dai giocatori tramite i siti di gambling allo stato italiano. La politica nella penisola in questi anni e' stata estremamente “conciliante” con il mondo dei giochi online e con le societa' che di fatto legittimavano il nuovo sistema concessorio creato dal passato governo, che di fatto andava a sanzionare pesantemente le societa' che operavano in Italia senza la relativa concessione italiana, che venivano da prima “oscurate” ( le societa' cosi dette.com in possesso di una licenza europea ma non italiana per la raccolta di giochi in Italia) e in un secondo momento si vietava la pubblicita' di questi operatori sul suolo italiano, anche attraverso internet.

 

A fare da controaltare a questa pesante situazione inerente ai siti .com, lo stato italiano inizio' una forte campagna “acquisti” dei maggiori operatori esteri, che decisero nei mesi a seguire di acquisire una regolare licenza italiana e di rispettare le nuove regole imposte dal nostro governo e dal Monopolio di stato( Aams), in cambio pero' della possibilita' di potersi pubblicizzare in maniera legale con tutti gli strumenti a disposizione (spot Tv, nelle radio, sui siti web ecc…) Quindi era assolutamente plausibile e prevedibile che la vendita di oltre 150 licenze, e la nascita di moltissime skin, oltre all'ampliamento dei giochi legali disponibili in Italia, portasse ad un forte incremento di spot televisivi dedicati al gioco online in tutta la penisola, anche se molti politici che per anni ci hanno governato, sembrano accorgersene solo ora di questo “problema” proprio a pochi mesi da nuove elezioni regionali, provinciali e comunali che si terranno nel mese di Maggio.

 

Partendo da questo preambolo, noi dello staff di PIW abbiamo deciso di aprire un sondaggio nel nostro forum e vi invitiamo a votare per testare il polso dei nostri lettori riguardo questo argomento con il seguente quesito:

 

sei favorevole o contrario agli spot sui giochi online in Tv?”

Seguici sui nostri social:
Facebook
Twitter
Youtube
Instagram
SOCIALICON

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri social
Facebook
Twitter
Youtube
Instagram
SOCIALICON
© 2024 Pokeritaliaweb.org - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Via Cassala 55, 20143, Milano - Tutti i diritti sono riservati - info@pokeritaliaweb.org