Poker Editoriale: e quella strana sensazione… che tutti abbiamo perso!

Il fine settimana del poker e’ stato caratterizzato dallo scontro tra il giocatore professionista Erion Islamay e i vertici italiani di Pokerstars, accusati da Islamay di essersi comportati in modo poco corretto nei suoi confronti. La mia sensazione pero’ e’ che tutti abbiamo perso.

Il fine settimana del poker e’ stato caratterizzato dallo scontro tra il giocatore professionista Erion Islamay e i vertici italiani di Pokerstars, accusati da Islamay di essersi comportati in modo poco corretto nei suoi confronti. La mia sensazione pero’ e’ che tutti abbiamo perso.

 

Il tema che vado ad affrontare oggi nel mio nuovo editoriale e’ sicuramente molto “spinooso” e complicato. Da una parte infatti troviamo Erion Islamay noto giocatore professionista italiano, ex portacolori del marchio GD Poker e conduttore televisivo per il canale PokerItalia 24, che in un lungo post scritto nella sua bacheca in Facebook racconta con dovizia di particolari la sua “disavventura” con la poker room numero uno in Italia ed attacca i vertici della sala, ritenuti dal giocatore poco professionali e sopratutto li “accusa” di non aver mantenuto fede agli impegni presi (coach nel programma La casa degli Assi e un contratto per entrare come membro nel team di Pokerstars.it).

Dall’altra parte troviamo la risposta che Barbara Beltrami country manager di Pokerstars.it sempre su Facebook ha rilasciato, dove sostiene che e stato lo stesso giocatore ad aver fatto scelte profondamente sbagliate e difende l’azienda per cui lavora da cinque anni, oltre a suo marito Alberto Russo.
 

In mezzo a questa “battaglia” via social network troviamo i commenti dei giocatori, appassionati di questo splendido gioco o semplici “curiosi” che in molti casi non hanno certo fatto onore al poker Italiano, scrivendo post degrinatori e poco educati nei confronti degli interessati oltre che non molto pertinenti con l’accaduto.

Erion Islamay ex pro Gd pokerPremetto che capisco benissimo la forte amarezza che Erion Islamay puo’ provare a cui va tutta la mia solidarieta’ passando nel giro di pochi giorni da nuovo membro del team Pokerstars.it e coach di un reality show a persona “poco gradita” come lui stesso si definisce nel suo post, come pero’ capisco la grande amarezza che Barbara Beltrami ha provato leggendo su Fb sia il lungo post di Islamay (che come abbiamo poi capito e’ stato “bloccato” non dal team Italia, ma dall’Internazionale) ma credo sopratutto per i commenti a volte molto “forti” per usare un termine benevolo, scritti contro la condotta personale della stessa Barbara e le gravi accuse di aver creato una sorta di “famiglia” all’interno del team che gestisce Pokerstars.it.

 

Non voglio entare nei minimi particolari per capire a fondo chi ha torto o ragione in questa vicenda, credo non tocchi a me farlo, ma ho come la brutta senzazione che tutti noi che in qualche modo facciamo parte di questo mondo abbiamo profondamente perso.

 

– Ha perso Erion Islamay per aver attaccato con un post su FB Pokerstars, forse sarebbe stato piu’ “corretto” trovare una soluzione interna che non avrebbe alzato tutto questo brutto “polverone”
 

– Ha perso Barbara Beltrami e sopratutto Pokerstars per aver offerto al giocatore un contratto non ancora sicuro e quindi averlo “illuso” di essere ormai un membro del team Pokerstars per poi “rimangiarsi” la parola data.
 

– Hanno perso i giocatori che in molti casi sono intervenuti lasciando commenti a sproposito, che non fanno certo onore al poker italiano.

– Ha perso la credibilita’  in generale del poker in Italia

 

Speriamo che questa faccenda si chiuda al piu’ presto e che da domani si ricominci solo a parlare di poker giocato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non perderti le ultime notizie da Poker Italia Web
© 2024 Pokeritaliaweb.org - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Via Cassala 55, 20143, Milano - Tutti i diritti sono riservati - info@pokeritaliaweb.org