Poker e Curiosita’: ecco le immagini del cervello durante una partita a poker

In passato vi abbiamo parlato di diversi studi sul cervello del pokerista. Oggi ve ne mostriamo uno davvero molto interessante, che analizza quello che accade a livello neurologico nella testa di pro e amatori durante varie fasi di gioco.

Home » Poker Live » Focus » Poker e Curiosita’: ecco le immagini del cervello durante una partita a poker

In passato vi abbiamo parlato di diversi studi sul cervello del pokerista. Oggi ve ne mostriamo uno davvero molto interessante, che analizza quello che accade a livello neurologico nella testa di pro e amatori durante varie fasi di gioco.

 

Quando vediamo in action un giocatore al tavolo da poker, ci viene da chiederci cosa starà pensando e quali emozioni starà provando. Durante una mano, cerchiamo di capire quello che passa per la testa del nostro avversario per poterlo battere. Ebbene, oggi vogliamo proprio mostrarvi i risultati di uno studio britannico, che analizza nel dettaglio ciò che avviene nel cervello dei giocatori durante tutte le fasi di una mano di poker.

 

La ricerca si chiama Your Brain on Poker, è stata realizzata da PartyPoker e l’infografica che ne emerge è particolarmente significativa. Sul sito ufficiale di questo progetto si possono scorrere otto diverse immagini, le quali mettono a confronto tre tipi di cervelli: quello del pokerista principiante, quello dell’amatore e infine quello dell’esperto.

 

I confronti vengono fatti in otto fasi di gioco tipiche di qualsiasi partita: la distribuzione delle carte, il flop, il turn, il river, il call, il check, il raise e infine l’all-in. Già ad una prima vista dei risultati, senza grandi conoscenze di base, si possono intuire molte cose. Cliccando poi su ogni singolo ‘cervello’ si possono avere chiarimenti ulteriori.

 

Il raise e l'all-in

È interessante notare quante e quali aree del cervello vengono stimolate e lavorano nei vari momenti. All’inizio del gioco, quando vengono distribuite le carte, il pro non dà segni di emozione. Al flop invece è proprio il pro il più attivo a livello mentale nel pianificare tutta la strategia della mano, così come al turn.

 

Il momento del ‘check‘ può sembrare insignificante per gli inesperti, mentre anche qui il pro dà segnali di attività cerebrale, progettando mosse successive. L’unico momento in cui tutti provano forti emozioni è quello dell’all-in, dove il principiante è totalmente nel panico mentre il pro riesce comunque a mantenere un contegno.

 

La ricerca è molto più dettagliata di come ve l’abbiamo proposta noi. Se siete interessati vi invitiamo a cliccare sulle varie slide che vi possono chiarire ancor meglio come funziona il nostro cervello al tavolo da poker.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comparatore Poker

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 20€ subito e un bonus del 300% fino a  €1.091 

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 300% fino ad un massimo di €1200

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 300% fino a  €1.050 + €7 in Token e € 15 per altri giochi 

Senza deposito: €8 Gratis

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1500 codice bonus SUPER15

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1000 +5€ in Tickets +25 Free Spin