Poker School: quando utilizzare il Mini Raise?

Quali criteri possiamo utilizzare per decidere se optare o meno per il minimum raise? quando ha valore e quando invece non ce l’ha? Vediamolo insieme in questo articolo che cerca di affrontare questo particolare cruccio teorico.

Home » Strategie Poker » Regole del Poker » Poker School: quando utilizzare il Mini Raise?

Quali criteri possiamo utilizzare per decidere se optare o meno per il minimum raise? quando ha valore e quando invece non ce l’ha? Vediamolo insieme in questo articolo che cerca di affrontare questo particolare cruccio teorico.

 

 

 

 

Il minimum raise sta diventando sempre più utilizzato nelle partite a poker in modalità torneo. Supponiamo infatti di essere in una fase media di un grosso MTT online, quando mancano ancora circa un centinaio di player out alla zona bolla: probabilmente al nostro tavolo potremo constatare la coesistenza di stack molto eterogenei per dimensione fra di loro. 

 
Ne risulta quindi che il min raise, se fatto da parte di un grosso stack, avrà la stessa efficacia di un rilancio 2,5x o, ancora più standard, di 3BB. In altre parole il potere del nostro raise viene commisurato, ovviamente, dall’entità degli stack e dal livello dei bui che, in una situazione avanzata di gioco in un torneo, spesso saranno abbastanza onerosi per molti nostri avversari. 
 
baldassari_esulta_wsope2010.JPG
Anche negli MTT live difficilmente vedremo grossi rilanci nelle fasi finali
 
Se uniamo questo aspetto alla presenza dell’Ante potremo facilmente notare come il mini raise ci permette di aprire un ventaglio più ampio di mani regalandoci l’opportunità di rubare il piatto un numero maggiore di volte. il tutto con una minima spesa.
 
Ma se per un Torneo MTT questa breve ed incompleta argomentazione ci permette di farci un’idea abbastanza chiara del valore intrinseco del mini raise, cosa potremmo dire di questa semplice azione se compiuta ad un tavolo cash? La valutazione cambia in modo radicale.
 
shortstack.jpg
A scanso di equivoci: il min raise è pari a 2BB!
 
Sui tavoli Cash infatti la pressione dei bui non è mai sufficientemente influente, dunque il rilancio minimo sarà comunque un invito troppo lauto per tutti coloro che vogliano entrare in gioco con mani speculative. Aggiungiamo poi che naturalmente ogni call andrà ad aumentare le pot odds per i giocatori successivi creando dei mostruosi Family Pot.
 
In ultima analisi, al tavolo cash sembra evidente che il minimum raise perde tutte le caratteristiche positive che lo contraddistinguono al tavolo da torneo assumendo un pericoloso – davanti alle parole Expected Value!
 
scritto da Luca ‘ilFilosofo‘ Barbi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comparatore Poker

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 300% fino ad un massimo di €1200

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 20€ subito e un bonus del 300% fino a  €1.091 

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 300% fino a  €1.050 + €7 in Token e € 15 per altri giochi 

Senza deposito: €8 Gratis

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1500 codice bonus SUPER15

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1000 +5€ in Tickets +25 Free Spin