Regole del Poker Omaha High Low

Dopo aver imparato le regole dell’Omaha PL scopriamo ora insieme quelle della variante High/Low, dove a vincere la mano non è solo il giocatore con il punto più alto bensì anche colui con il punto più basso. Ovviamente il piatto sarà poi diviso.

Home » Strategie Poker » Regole del Poker » Regole del Poker Omaha High Low

Dopo aver imparato le regole dell’Omaha PL scopriamo ora insieme quelle della variante High/Low, dove a vincere la mano non è solo il giocatore con il punto più alto bensì anche colui con il punto più basso. Ovviamente il piatto sarà poi diviso.

La dinamica della mano e la distribuzione delle carte non cambia di una virgola rispetto all’Omaha giocato nella sola variante High. Nell’High/Low l’unica differenza è che a fine della mano ci possono essere due giocatori differenti a vincere il piatto: il giocatore col più alto e il giocatore col punto più basso. Può anche capitare che nessuna mano bassa si qualifichi e quindi l’intero piatto viene vinto dal giocatore col punto più forte. Oppure può anche capitare che lo stesso giocatore col punto più alto abbia anche il punto più basso, vincendo così l’intero piatto, che in gergo si chiama “scooping the pot”.

Vediamo ora come procede il gioco Preflop. Il giocatore a sinistra del dealer versa il piccolo buio, mentre il secondo giocatore a sinistra del dealer versa il grande buio. A questo punto il dealer procede nel distribuire quattro carte ad ogni giocatore, le “Hole cards”. Ora il primo giocatore a parlare è colui alla sinistra del Big Blind, che può decidere di passare, chiamare oppure rilanciare (puntando il doppio del limite minore di puntata). La parola torna poi al grande buio che può limitarsi a fare check se non ci sono stati rilanci in precedenza. Al Flop il dealer procede con scoprire le prime tre carte scoperte. Ora il primo giocatore sarà il piccolo buio che può fare check oppure puntare, l’importante che qui tutte le bet e i rilanci devono essere pari al limite inferiore di puntata. Arriviamo al turn, la quarta carta scoperta sul tavolo. Qui si procede come al flop e lo stesso vale per il river, dove in caso si arrivi allo showdown ecco chi vincerà il piatto:

Il piatto verrà ovviamente vinto dal giocatore con il punto più alto e dal giocatore col punto più basso, i quali si divideranno il piatto come detto in precedenza. Naturalmente per far che questo avvenga deve qualificarsi una mano bassa, altrimenti il piatto va solo al giocatore col punto più alto. In ultimo c’è poi la possibilità che lo stesso giocatore vinca l’High e il Low.

Seguici sui nostri social:
Facebook
Twitter
Youtube
Instagram
SOCIALICON

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *