WSOP: Neil Channing e la maledizione del braccialetto

L'inglese Neil Channing è uno dei giocatori più conosciuti ed apprezzati nel suo Paese, ma sembra rientrare tra i players perseguitati dalla “maledizione del braccialetto WSOP”: per due volte è andato vicino alla vittoria, solamente sfiorata.

L'inglese Neil Channing è uno dei giocatori più conosciuti ed apprezzati nel suo Paese, ma sembra rientrare tra i players perseguitati dalla “maledizione del braccialetto WSOP”: per due volte è andato vicino alla vittoria, solamente sfiorata.

 

Ormai è assodato, la “maledizione del braccialetto” alle WSOP esiste eccome! Sono tanti i giocatori che hanno provato sulla loro pelle cosa significa accarezzare quel sogno, arrivare ad un passo dalla vittoria e vedersela sfuggire dalle dita per pochissimo. Questi sfortunati (?) players sono arrivati magari più volte secondi ad un evento WSOP e si sono dovuti accontentare del titolo di runner-up. L'inglese Neil Channing è uno di questi…

 

Se chiedete nel Regno Unito agli appassionati di poker chi vorrebbero vedere con un braccialetto WSOP al polso, sicuramente tanti vi riponderebbero Neil Channing. Questo pro classe '67 nel 2001 ha piazzato il suo primo ITM a Las Vegas e ha collezionato poi 27 bandierine in totale alle World Series. Già nel 2010 Channing sfiorò il titolo piazzandosi al secondo posto in un evento No Limit Shootout da 5mila dollari di buy-in e vincendo oltre 270mila dollari: vinse l'americano Joshua Tieman.

 

In questa edizione la storia si è ripetuta: Channing si è arreso solo all'HeadsUp dell'evento #43, un torneo No Limit da 1.500$ di buy-in. Ancora una volta ha dovuto cedere il passo ad un americano, il newyorkese Henry Lu, che è riuscito in una clamorosa rimonta nelle fasi finali. Alla fine è stato un coinflip a decidere l'epilogo: la coppietta di 4 in mano a Lu ha retto conto AJ di Channing. Il primo si è portato a casa oltre 654mila dollari e la gloria, mentre il secondo “solo” 406mila dollari.

 

Neil Channing è davvero ben voluto in patria e ha ricevuto subito messaggi di solidarietà da parte dei suoi connazionali Sam Trcikett, Barny Boatman, Vicky Coren. Pensate che Channing negli anni si è guadagnato una reputazione di giocatore talmente sfortunato da aver ricevuto un soprannome abbastanza chiaro: Bad Beat. Questa volta è stato un semplice lancio di moneta ad aver infranto il sogno WSOP… Di sicuro Channing ci riproverà ancora!

Seguici sui nostri social:
Facebook
Twitter
Youtube
Instagram
SOCIALICON

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri social
Facebook
Twitter
Youtube
Instagram
SOCIALICON
Comparatore Poker

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 20€ subito e un bonus del 300% fino a  €1.091 

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 300% fino ad un massimo di €1200

Senza deposito: 100€ + 100 Free Spin


Con deposito: bonus del 300% fino a €1.500

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 300% fino a €1.050 + €5 in Token

Senza deposito: Nessuna Promo


Con deposito: Bonus del 100% fino a €300

Senza deposito: €8 Gratis

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1500 codice bonus SUPER15

© 2024 Pokeritaliaweb.org - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Via Cassala 55, 20143, Milano - Tutti i diritti sono riservati - info@pokeritaliaweb.org