Poker e Risate: ecco le cose da evitare quando vi scoppiano una coppia di assi!

Dopo il successo del mio articolo “giocatori tight e loose“ nei migliori circoli di Las Vegas e periferia, tanto che lo stesso Doyle Brunson mi ha telefonato dicendomi: “Grazie a te finalmente ho capito che tipo di giocatore sono!”. Oggi con la seconda parte vi porto nella mente dei giocatori.

Dopo il successo del mio articolo “giocatori tight e loose“ nei migliori circoli di Las Vegas e periferia, tanto che lo stesso Doyle Brunson mi ha telefonato dicendomi: “Grazie a te finalmente ho capito che tipo di giocatore sono!”. Oggi con la seconda parte vi porto nella mente dei giocatori.

 

Basilare la solita (e anche solida) premessa che “il poker è un gioco serio, ma se non ci si ride un po’ sopra che razza di gioco è?” ritengo senza indugio e con piè fermo che una delle migliori caratteristiche che un poker player debba avere per essere vincente è un mindset di ferro. Insomma i nervi d’acciaio, oppure le palle quadrate. Mettetela come volete, il concetto credo sia chiaro; evitare il tilt quando si subiscono le bad beat.

Il poker è un gioco di abilità, ma alle volte non sempre il più forte vince, non si spiegherebbe altrimenti il braccialetto di Jeamie Gold! Pertanto, Voi player vincenti, dovrete evitare il tilt ad ogni costo quando il Jeamie Gold di turno vi scoppierà con la sua solita trash hand dichiarando (e le dichiarazioni dei donk diventano spesso leggenda) “Io chiamo sempre con 2e7, è la mia mano preferita perché è l’anno di nascita di mia suocera Guendalina”

Qui vi vengo in soccorso io rendendo pubblico questo breve abbecedario di indubbia utilità per sapere riconoscere e prevenire il tilt:

Cose da evitare di fare quando vi scoppiano gli assi live:


–    Evitare di insultare la madre del dealer sostenendo a gran voce che faccia un lavoro di dubbia moralità che prevede l’utilizzo di svariate parti del suo corpo.

–    Evitare di insultare l’oppo (di sesso maschile) che vi ha skoppiato sostenendo che il suo compagno sia un transessuale superdotato che lo usi a suo piacimento come “signorina”

–    Evitare di insultare l’oppo (di sesso femminile) che vi ha skoppiato sostenendo che sia una collega di lavoro della madre del dealer.

Fiches in un torneo live–    Evitare di lanciare il vostro card protector in ghisa piombata in maniera random all’interno della sala. Se vi va bene romperete qualche bicchiere. Se invece di un circolo state giocando in un casinò rinomato, con la sfiga che vi perseguita, romperete un delicato, quanto costoso, set di cristalli di Boemia da pagare con comodo nei prossimi 12 minuti. Se vi va male colpirete alla testa una distinta e incartapecorita signora di 78 anni, seduta al tavolo del baccarat, che ovviamente sarà la madre di un giudice severissimo che vi condannerà per tentato omicidio. E che sappia io le carceri non offrono il servizio di wifi per poter giocare online.

Cose da evitare di fare quando vi scoppiano gli assi online:


–    Evitare di insultare la madre del server. E’ risaputo che i server non hanno madri. Al massimo un pool di ingeneri informatici come padri putativi Se vi fa star meglio potete urlare al massimo un “server rigged” sinonimo di  “governo ladro”, ma vi assicuro che serve davvero a poco. Il server se ne frega degli insulti, lui prosegue diritto come un fuso per la sua strada fatta di complicati algoritmi che qualche volta riservano amare sorprese.

–    Evitare di insultare l’oppo che vi ha scoppiato, di qualunque sesso sia. Per chiaro assioma fine a se stesso un donk non sa di essere tale e non saranno certo i vostri insulti a fargli cambiare idea sulle sue giocate. Anzi saranno proprio gli anatemi che gli lancerete contro che lo faranno sentire nel giusto, partendo dal principio che un donk, oltre a non sapere di essere un donk, è quasi sempre convinto di essere un fenomeno. Inoltre i moderatori delle chat sono sempre in agguato e come dei boia potrebbero calare la scure sul vostro diritto di parola (Ah…. I moderatori delle chat! Che categoria di persone singolari. Vi prometto che presto scriverò un articolo su di loro!)

–    Evitare di afferrare il vostro gatto domestico per la coda e lanciarlo lungo il corridoio di casa dopo averlo fatto roteare furiosamente in aria. Il gatto è ignaro di tutti i sottili meccanismi che regolano una partita di poker. Lui non gioca, non beve, non fuma, non si inkazza mai, al massimo si lamenta se la ciotola del latte è vuota. Dovreste prendere esempio da lui, simbolo di purezza, invece di usarlo come giavellotto per battere il record di lancio nel corridoio.

Attenetevi strettamente a queste semplici regole quando vi scoppiano gli assi e vi assicuro che la vita non sarà più la stessa. Niente più denunce, niente più bannaments, niente più gatti dal veterinario, niente più conti salati di cristalli da pagare.  In conclusione, come si evince facilmente, evitare il tilt è già una scelta +ev infinito di per se. A voi fare il vostro gioco!

Marco Zanini

Seguici sui nostri social:
Facebook
Twitter
Youtube
Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri social
Facebook
Twitter
Youtube
Instagram
Non perderti le ultime notizie da Poker Italia Web
© 2024 Pokeritaliaweb.org - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Via Cassala 55, 20143, Milano - Tutti i diritti sono riservati - info@pokeritaliaweb.org