Andrea Dato e la maledizione di Venezia…

Vincere un torneo dell’importanza di un WPT è un’impresa alquanto difficile da portare a termine, ma ancor più difficile è sfiorare la vittoria per ben due volte, come accaduto ad Andrea Dato, preso in giro dalla sorte ai due recenti WPT di Venezia.

Vincere un torneo dell’importanza di un WPT è un’impresa alquanto difficile da portare a termine, ma ancor più difficile è sfiorare la vittoria per ben due volte, come accaduto ad Andrea Dato, preso in giro dalla sorte ai due recenti WPT di Venezia.


“La maledizione di Venezia” – Potrebbe essere un titolo di un film di Dario Argento, ma in realtà è solo la dura e cruda realtà che ha colpito il forte pro del Team Glaming Andrea Dato, il quale in meno di due mesi è riuscito solo ad assaporare il profumo di vittoria internazionale, il quale sarebbe stato il primo della sua carriera. Sia a dicembre che a febbraio, il WPT di Venezia sembrava dover essere il suo trampolino di lancio nel mondo del poker live internazionale, pronto a scrivere la storia di tale circuito. Due eventi giocati alla perfezione, dimostrando di essere lui il più forte, eppure in entrambe le occasioni il giocattolo s’è rotto nei momenti clou del torneo.

Nel WPT di Venezia disputato a dicembre 2011, la corsa del pro romano si concluse al quarto posto per colpa del poker pro Steve O’Dwyer, dove quest’ultimo finì poi secondo dietro il nostro Edoardo Alescio. Di recente, invece, sempre nello splendido scenario lagunare di Venezia e sempre con la splendida organizzazione del WPT, Andrea Dato vede svanire i suoi sogni di scrivere il suo nome nella storia del circuito, concludendo questa volta al terzo posto. Due ottimi risultati senza ombra di dubbio, soprattutto perché così ravvicinati, ma il sapore amaro di vendetta che lasciano in bocca è tanto e questo Andrea Dato lo sa bene.

Tuttavia, di questo passo la vittoria per il forte pro del Team Glaming Poker arriverà presto. Nel frattempo può consolarsi con i €328.307 vinti live in carriera, dove ricordiamo lo strepitoso terzo posto centrato alle scorse WSOP 2011 all’evento #12  Triple Chance No Limit Hold'em da 1,500$ che gli portò nelle tasche ben $95.964. Un risultato che quest’anno Andrea Dato proverà a migliorare, poiché il suo obbiettivo è indossare finalmente quel fatidico “Braccialetto” delle WSOP, semplice oggetto che vale più del denaro stesso. E allora… Good Luck “Datino”.

Seguici sui nostri social:
Facebook
Twitter
Youtube
Instagram
SOCIALICON

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri social
Facebook
Twitter
Youtube
Instagram
SOCIALICON
© 2024 Pokeritaliaweb.org - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Via Cassala 55, 20143, Milano - Tutti i diritti sono riservati - info@pokeritaliaweb.org