La questura di Treviso specifica: deroghe sul poker live solo su richiesta

Importante precisazione di Ciro Pellone, dirigente delle divisione amministrativa e sociale della Questura di Treviso e primo dirigente della Polizia di Stato, sui tornei di poker live nella città veneta.

Importante precisazione di Ciro Pellone, dirigente delle divisione amministrativa e sociale della Questura di Treviso e primo dirigente della Polizia di Stato, sui tornei di poker live nella città veneta.

 

 

Treviso non sarà un isola felice per il poker live in Italia. Lo specifica Ciro Pellone, dirigente delle divisione amministrativa della Questura, che torna sull’argomento a poche ore dalla notizia che a Treviso sia possibile giocare a poker live senza essere perseguiti dalla legge.

 

I paletti erano stati fissati da subito, ovvero un singolo torneo a serata con buy-in non superiore a €50 senza rebuy e nessun premio in denaro. Adesso arriva anche la specifica che non si potranno organizzare indistintamente tornei di poker live a Treviso senza l’adeguata autorizzazione della questura.

 

Il poker è ancora inserito nella tabella dei giochi proibiti nei locali pubblici italiani – spiega Pellone – Chi organizza tornei incorre in sanzioni, visto che il provvedimento dell’ex questore Carmine Damiano è ancora in vigore. Però va detto che un cittadino, mandato in giudizio per il poker live, è stato assolto da ogni ipotesi di reato penale. Ma solo il TAR può intervenire in tal senso e non la questura. Comunque il precedente c’è e va preso in considerazione senza dimenticare anche quanto accaduto in altre regioni.”

 

Ma la specifica importante è quando Pellone dice: “Nessuna Questura può disciplinare il Texas Hold’em. Quello che si può fare, in virtù di questa sentenza, valutate le circostanze ed essendo caduti alcuni principi, è applicare una deroga”.

 

Il poker live a Treviso continuerà ad essere una pratica meritevole dell’attenzione delle forze dell’ordine, che saranno adesso più presenti nei controlli. Ma il cittadino che chiede una deroga sarà preso con una considerazione maggiore e troverà massima collaborazione da parte della questura.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non perderti le ultime notizie da Poker Italia Web
© 2024 Pokeritaliaweb.org - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Via Cassala 55, 20143, Milano - Tutti i diritti sono riservati - info@pokeritaliaweb.org