PIW intervista Eros Nastasi: “Il futuro del poker online dipende dal ritorno al ‘.com’… non vedo altre soluzioni!”

Tra quelli che si auspicano una liquidità condivisa con il ‘.com’ c’è anche Eros Nastasi. Il pro siciliano ci ha confidato che è questa la soluzione che spera si realizzi, per un pronto ritorno del poker online agli antichi splendori.

Tra quelli che si auspicano una liquidità condivisa con il ‘.com’ c’è anche Eros Nastasi. Il pro siciliano ci ha confidato che è questa la soluzione che spera si realizzi, per un pronto ritorno del poker online agli antichi splendori.

 

Ciao Eros, bentornato su PIW. Allora parliamo di liquidità condivisa nel poker online visto che potrebbe essere questa la soluzione alla profonda crisi del mercato. Tu cosa ne pensi? Credi che sia davvero possibile una regolamentazione comune tra più paesi?

Buongiorno a tutti amici di Piw. Ultimamente ho letto molto a riguardo… sto seguendo la vicenda quasi giornalmente, quando mi è possibile, e sono venuto a conoscenza di un primo incontro tra le varie parti a Berlino. A riguardo penso che si possa raggiungere un accordo per regolamentare più mercati e dunque avere più liquidità.

Tralasciati i vari problemi fiscali che si dovranno risolvere per arrivare ad un accordo con Francia, Spagna e Portogallo, credi che basti questo per risollevare le sorti dell’online?

Sinceramente negli ultimi giorni ho pensato molto se la scelta più giusta sarebbe la liquidità condivisa con Francia, Spagna e Portogallo oppure quella con il ‘.com’. C’è da dire però che ho visto ultimamente la lobby francese di PokerStars e li gli stranieri non hanno limitazioni e dunque ci giocano. Praticamente il ‘NoS’ è più giocato dai regular stranieri che dal field francese più abbordabile. Dunque non è vero che quest’unione con i 3 paesi migliorerà la liquidità anche perché in Francia il ‘NoS’, torneo di punta come in Italia, non offre un garantito più alto del nostro, anzi è quasi sempre più basso nonostante il libero accesso agli stranieri.

Per risollevare il movimento, io dunque opterei per un mercato condiviso ‘.com’, sia per la liquidità, ma soprattutto per tanti, tantissimi di noi, giocatori dell’online, che hanno perso la voglia e gli stimoli di cliccare a causa di questi bassissimi prizepool. C’è da dire però che l’approccio sul .com qualora venisse riaperto il mercato, non è da sottovalutare, li quasi tutti i tornei fanno gola, e ci sono garantiti che fanno paura, vedi il sabato, la domenica, il martedì e soprattutto il Giovedì.
Si sogna il ritorno dei dei grandi tornei... Se dovesse saltare tutto, quale sarà il futuro del poker online? Credi che assisteremo ad una migrazione di massa dei regular italiani all’estero?

Tutti vorremmo questa liquidità condivisa ma il consiglio che mi sento di dare alla maggior parte dei regular è di non fare il passo più lungo della gamba, proprio ieri mi trovato a parlare con alcuni top italiani di ciò, e degli swing che stavano attraversando. Il ‘.com’ è proprio un altro mondo, io personalmente vorrei che fosse regolamentato il tutto, perché ho proprio voglia di giocarci e di ritornare a mettermi in gioco per quello che amo fare.

Detto questo non penserei mai di superare, nonostante tutti quei tornei dai grandissimi garantiti, un ABI 50. Dico ABI 50, perché il livello è estremamente più forte, e chiunque dei regular italiani secondo me salendo di abi mette a rischio il proprio roll e soprattutto non si è abituati a quegli swing paurosi da .com. Io ci spero perché darebbe vita ad un ‘nuovo poker’, quello che conta e che ti permette di migliorarti avendo a che fare con i più forti giocatori al mondo.

Il futuro del poker online penso che sia proprio questo. Non vedo altre soluzioni… in attesa, aspetterò prima o poi di trovare nei forum o dovunque se ne parli, il titolo: welcome to dot com!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non perderti le ultime notizie da Poker Italia Web
© 2024 Pokeritaliaweb.org - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Via Cassala 55, 20143, Milano - Tutti i diritti sono riservati - info@pokeritaliaweb.org