Terza settimana in perdita per il poker online internazionale

Dopo un inizio di febbraio promettente, il poker online internazionale ha fatto registrare un calo di presenze per la terza settimana consecutiva. Nella classifica delle 10 poker room più frequentate PokerStars.it scende di una posizione.

Home » Poker Online » Poker Online News » Terza settimana in perdita per il poker online internazionale

Dopo un inizio di febbraio promettente, il poker online internazionale ha fatto registrare un calo di presenze per la terza settimana consecutiva. Nella classifica delle 10 poker room più frequentate PokerStars.it scende di una posizione.

 

Un mese di febbraio di flessione quindi per il poker online internazionale. Ma l'intero movimento subisce dell'uscita del network Everleaf dal mercato statunitense. Decisione presa due settimane or sono in seguito alle misure delle autorità USA che hanno bloccato i conti legati alla poker room ed hanno diffidato la società a continuare ad operare illegalmente sul proprio mercato. Evereleaf ha così perso circa il 22%, di cui solo il 6% negli ultimi sette giorni. Ciò dimostra che, tutto sommato, questo network di poker online non è dipendente dalla presenza dei giocatori statunitensi.

 

Un ulteriore colpo al poker online internazionale potrebbe arrivare da Bodog, ora nel centro del mirino delle autorità statunitensi che stanno indagando sull'operato della poker room nel mercato USA. Al momento non vi è alcuna notizia di sequestri patrimoniali, ne tanto meno di incriminazioni e rinvii a giudizio. È stato però sequestrato il dominio del sito. Vedremo se vi sarà un seguito a questa azione. Attualmente Bodog rappresenta la seconda poker room come numero di utenti statunitensi ed un suo blocco influirebbe in maniera significativa sul traffico del poker online mondiale.

 

Stessa sorte che potrebbe essere riservata, in un futuro che appare sempre più prossimo, ai circuiti Merge Gaming e Cake Poker che, continuando ad offrire i propri servizi ai giocatori degli Stati Uniti camminano un po' come un funambolo su una fune sospesa in aria, senza rete di protezione sotto.

 

  1. PokerStars.com =
  2. PartyPoker.com =
  3. iPoker.com =
  4. 888Poker =
  5. Ongame.com +1
  6. PokerStars.it -1
  7. Winamax.fr =
  8. Merge =
  9. PokerStars.fr =
  10. Microgaming =

11. People's Network =
12. International.it (BossMedia) =
16. iPoker.it -1
24. Ongame.it +1
30. PartyPoker.it =

 

Il computo totale del poker online mondiale resta in netto passivo nella comparazione con il 2011. Precisamente vi è stato un calo del 30% in meno, dovuto ovviamente alle conseguenze del Black Friday, con le principali poker room che hanno dovuto chiudere l'accesso ai giocatori USA ed il conseguente blocco totale di Full Tilt Poker.

 

Top 3:

  • PokerStars.com -15%
  • PartyPoker.com +10%
  • iPoker.com +13%

Maggiori cambiamenti:

  • Merge Gaming Network +76%
  • 888poker +75%
  • Bodog +60%
  • Winamax.fr +40%
  • Full Tilt Poker -100%
  • Cereus Network -99%
  • International Poker Network (IPN) -45%
  • PKR -26%
  • Ongame Network .com -23% 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comparatore Poker

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 300% fino ad un massimo di €1200

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 20€ subito e un bonus del 300% fino a  €1.091 

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: 300% fino a  €1.050 + €7 in Token e € 15 per altri giochi 

Senza deposito: €8 Gratis

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1500 codice bonus SUPER15

Senza deposito: Nessuna Promo

Con deposito: Bonus del 100% fino a €1000 +5€ in Tickets +25 Free Spin