Non si ferma l’emorragia per il poker online internazionale

Per la terza settimana di fila il poker online internazionale fa segnare un decremento nel numero di partecipanti globale. Tra i primi dieci siti della classifica del traffico in sette perdono giocatori ai tavoli, a fronte di soli tre siti che ne guadagnano.

Per la terza settimana di fila il poker online internazionale fa segnare un decremento nel numero di partecipanti globale. Tra i primi dieci siti della classifica del traffico in sette perdono giocatori ai tavoli, a fronte di soli tre siti che ne guadagnano.

 

Una delle poker room che ha fatto registrare il segno più in quest’ultima settimana è Merge Gaming che, malgrado il suo incremento sia solo dello 0,4% rispetto a sette giorni fa, risale di una posizione nella top ten, passando dall’ottavo al settimo posto, a scapito di Winamax.fr. Il circuito Merge Gaming è tra quelli che hanno beneficiato maggiormente degli effetti del Black Friday, sebbene negli ultimi tempi questo effetto sia vistosamente calato. Nel confronto con l’ultimo anno infatti anche questo network perde, con un passivo del 2% nel confronto diretto con lo stesso periodo del 2011.

 

L’imminente mese di giugno potrebbe portare nuova linfa al poker online internazionale. Le World Series of Poker di Las Vegas sono sempre un importante avvenimento dalla grossa risonanza, di cui a beneficiarne è anche lo stesso poker online. Inoltre per il 1 giugno è prevista la partenza del mercato spagnolo del poker telematico, che dovrebbe portare nuovi praticanti dalla nazione iberica. Infine la fusione tra Gaming Revolution e Lock Poker dovrebbe portare nuova linfa vitale per queste poker room.

 

Oltre al passo avanti di Merge, tra le prime dieci da annotare il passo avanti di PartyPoker.com che torna al secondo posto, alle spalle di PokerStars.com, a scapito del network iPoker.com. Di contro è l’omologo nostrano, PartyPoker.it, a perdere ulteriore terreno scendendo al 34° posto. Ongame.it sale invece di una posizione.

  1. PokerStars.com =
  2. PartyPoker.com +1
  3. iPoker.com -1
  4. 888Poker =
  5. Ongame.com =
  6. PokerStars.it =
  7. Merge +1
  8. Winamax.fr -1
  9. PokerStars.fr =
  10. Microgaming =

11. People’s Network =
13. International.it =
14. iPoker.it =
22. Ongame.it +1
34. PartyPoker.it -1

 

Il mercato totale mondiale del poker online rimane sotto pressione da una stagnazione globale di popolarità del gioco, già scosso dalle conseguenze del Black Friday. Resta in perdita di oltre il 19% il traffico rispetto all’anno scorso. Vediamo per i singoli siti come sono cambiate, in percentuale, le
presenze ai tavoli.

 

Top 3:
– PokerStars.com +9%
– iPoker.com -14%
– PartyPoker.com -14%


Maggiori cambiamenti:
– 888poker +37%
– Winamax.fr +22%

– Full Tilt Poker -100%
– Cereus Network -98%
– International Poker Network (IPN) -51%
– Ongame.com Network -14%

Seguici sui nostri social:
Facebook
Twitter
Youtube
Instagram
SOCIALICON

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri social
Facebook
Twitter
Youtube
Instagram
SOCIALICON
© 2024 Pokeritaliaweb.org - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Via Cassala 55, 20143, Milano - Tutti i diritti sono riservati - info@pokeritaliaweb.org