Addio AAMS: verrà accorpata all’Agenzia delle Dogane

Per anni l'AAMS (Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato) ha avuto un ruolo primario nel poker online italiano, ma ora le cose cambieranno: è stato deciso l'accorpamento all'Agenzia delle Dogane, tra i dubbi e le polemiche del caso.

Per anni l'AAMS (Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato) ha avuto un ruolo primario nel poker online italiano, ma ora le cose cambieranno: è stato deciso l'accorpamento all'Agenzia delle Dogane, tra i dubbi e le polemiche del caso.

 

Il poker online italiano saluta l'AAMS, l'Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, che per anni (dal settembre 2008) ha gestito e autorizzato le licenze delle poker rooms, regolamentato i montepremi e tutelato i giocatori. Da oggi questo organo, così come lo conosciamo, non esisterà più: è stato deciso che verrà incorporato all'Agenzia delle Dogane, ente pubblico dipendente dal Dipartimento delle Finanze.

 

Il decreto approvato dal Consiglio dei ministri il 15 giugno 2012 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 27 giugno 2012 ha sancito l'accorpamento dell'AAMS all'Agenzia delle Dogane, creando in pratica una nuova agenzia fiscale denominata Agenzia delle Dogane e Monopoli. Nel testo si parla di “Misure urgenti in materia di efficientamento, valorizzazione e dismissione del patrimonio pubblico, di razionalizzazione dell’amministrazione economico-finanziaria, nonchè misure di rafforzamento del patrimonio delle imprese del settore bancario”.

 

Tra le prime conseguenze di questa decisione c'è stato un taglio drastico del personale: troppi uffici a livello regionale, sono stati epurati il 20% dei dirigenti e il 10% dei funzionari, alcuni dei quali hanno ricevuto il pensionamento. Per evitare gli sprechi verrà inoltre mantenuto solo il 25% delle onerose consulenze attuali. Non è mancata qualche polemica per il cambiamento, che di auguriamo tuteli ancora di più i giocatori di poker del nostro Paese.

 

C'è chi esprime i suoi dubbi, come Raffaele Curcio (presidente della Sapar): “Siamo tutti interdetti della notizia. C'è la sensazione di perdere un po' di equilibrio perchè fino a oggi l'amministrazione dei Monopoli era quella tenuta in maggiore considerazione. Stava sovrintendendo a un settore molto delicato, con maggiori risorse, maggiore forza lavoro. Se gestita in maniera razionale puo' essere anche una formula vincente. Mi auguro non venga intaccata in maniera non positiva l'amministrazione, che stava arrivando al compimento del suo equilibrio“.

Seguici sui nostri social:
Facebook
Twitter
Youtube
Instagram
SOCIALICON

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri social
Facebook
Twitter
Youtube
Instagram
SOCIALICON
© 2024 Pokeritaliaweb.org - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Via Cassala 55, 20143, Milano - Tutti i diritti sono riservati - info@pokeritaliaweb.org